MotoGP, Dall’Igna: “So cosa serve a Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo con la Ducati
Jorge Lorenzo con la Ducati (©Getty Images)

L’esordio di Jorge Lorenzo in sella alla Ducati Desmosedici ha dato una buona impressione alla Casa di Borgo Panigale e al pilota maiorchino, ma resta ancora molto da fare per poter allestire una GP17 che possa puntare sempre al podio. Gigi Dall’Igna sembra avere le idee abbastanza chiare e traccia la strada da percorrere per arrivare con una buona base ai test invernali del 2017.

Il direttore generale Gigi Dall’Igna dovrà attendere i test dal 30 gennaio al 1° febbraio a Sepang, dal 15 al 17 febbraio a Phillip Island e infine in Qatar dal 10 al 12 marzo, prima di rivedere all’opera il campione Jorge Lorenzo su quella che dovrebbe essere la Ducati definitiva del 2017. Da oggi fino ad allora sarà tutto un lavoro tecnico e rielaborazione dati, si vivrà con il giusto presentimento di poter sviluppare una moto da combattimento e il terzo posto ai primi test di Valencia sembra promettere molto bene.

“Ho una chiara idea di che cosa ha bisogno e spero di poterglielo offrire nei prossimi test”, ha detto Dall’Igna ad Autosport. “Sono abbastanza contento della sua prima impressione con la moto. Di sicuro il tempo sul giro potrebbe essere migliore, ma dobbiamo lavorare in modo diverso. Non abbiamo trovato il giusto set-up per lui, ma abbiamo selezionato un sacco di materiale e sono molto felice di questo”.

Ma i punti deboli “atavici” sono ben noti: “Dobbiamo migliorare la svolta della moto, come sappiamo, e ci stiamo lavorando. E anche il primo tocco della valvola a farfalla è un punto su cui lavorare – ha aggiunto Gigi Dall’Igna -. Jorge è un campione, ha un sacco di esperienza, quindi sono davvero felice di lavorare con lui. La sua impressione sulla moto e il set-up è di sicuro abbastanza chiara. Abbiamo trascorso solo due giorni con lui, ma dobbiamo imparare di più su ogni altro settore durante i prossimi test di Sepang, Phillip Island e Qatar”.