Bernie Ecclestone: “Ferrari e Mercedes possono lasciare la F1”

Bernie Ecclestone
Bernie Ecclestone (©Getty Images)

Bernie Ecclestone lancia una nuova ricetta per salvare la Formula 1 e renderla meno noiosa: due gare da 40 minuti con una pausa di 40 minuti nel mezzo per attirare l’attenzione dei giovani. E prevede un possibile addio delle due principali scuderie.

Il patron del Circus lancia un’altra pazza idea per calamitare l’attenzione intorno ad uno sport che rischia di diventare sempre più di nicchia se non cambierà il regolamento. L’ultimo Gran Premio a Interlagos è durato tre ore a causa della pioggia, delle bandiere rosse e delle Safety car, ma in futuro Mister Ecclestone vorrebbe evitare spettacoli troppo lunghi, perchè “il pubblico ha una soglia di attenzione molto più bassa”, ha spiegato al Sunday Times. “In Brasile l’audience è salita, c’è stata una gara con pioggia forte, un paio di grossi incidenti, ma ci sono state due partenze per colpa delle bandiere rosse e la gente si è sintonizzata. Dobbiamo rivedere il concetto tradizionale di un’unica gara lunga”.

Il futuro incerto del Circus

I tempi cambiano e presto la Formula 1 dovrà avere la capacità di trasmutarsi per fare colpo sui giovani e sugli sponsor, con vetture più leggere e veloci e un regolamento più permissivo: “Il libro delle regole dovrebbe essere intitolato `Non correte´ – ha aggiunto Bernie Ecclestone – sono scritte in un modo così complicate che nessuno, nemmeno i piloti, sanno quale sia la cosa giusta da fare… le regole di oggi rallentano tutto, impediscono ai piloti di fare quello che gli viene naturale”.

Con l’ingresso di Liberty Media dal prossimo anno qualcosa potrebbe iniziare a cambiare, potrebbero esserci nuove tappe e si parla di un possibile Gran Premio a Las Vegas, ma tutto resta ancora da chiarire. “Possono fare e cambiare quello che vogliono. Mi possono anche buttare fuori se vogliono. Un manager può in qualsiasi momento essere licenziato… Non ho paura di niente”, ha confessato ad Auto Motor und Sport. E il dominio Mercedes? “Fa un lavoro di prima classe. Meritano ogni successo. Il problema è che le serie vincenti non sono buone per lo sport. La gente guarda una gara con maggior voglia se tutti avessero la possibilità di vincere”.

Difficile prevedere il futuro di casa Ferrari, “Sergio Marchionne vuole che la Ferrari vinca. Ma lui sa quello che la Ferrari ha bisogno affinchè ciò accada di nuovo? Non posso valutare, perché non so cosa sta succedendo internamente”. Una cosa sembra “terribilmente” certa: “Mercedes e Ferrari potrebbero lasciare la Formula 1, onestamente se le gare fossero migliori non sarebbe una previsione così tragica. Mercedes si ritirerà il giorno che gli farà comodo – ha concluso Bernie Ecclestone – come hanno fatto tempo fa Honda, BMW e Toyota”.

L.C.