MotoGP, Davide Brivio: “Suzuki punta a vincere con Iannone”

Davide Brivio
Davide Brivio (©Getty Images)

Davide Brivio e tutti in casa Suzuki sono soddisfatti delle prestazioni di Andrea Iannone nei test di Valencia. I primi contatti tra l’ex pilota Ducati e la GSX-RR è stato positivo.

Soprattutto nella seconda giornata di prove, l’abruzzese è stato particolarmente competitivo. infatti ha chiuso al quarto posto, anche se il gap dal sorprendente Maverick Vinales era di oltre 6 decimi. Però si trattava solo dei primi test e c’è ancora tanto potenziale da esprimere. Iannone proviene da una Ducati molto diversa dalla Suzuki come moto e dunque deve trovare il giusto feeling. Ci sarà la possibilità di fare grandi cose insieme. I progressi del 2016 lo dimostrano.

MotoGP Suzuki: Davide Brivio elogia Andrea Iannone

Ripreso da Speedweek, Davide Brivio ha avuto modo di spendere delle parole su Andrea Iannone e sulle aspettative della Suzuki per il campionato MotoGP 2017: “Ci aspettiamo molto da Iannone. Vogliamo continuare con lui il lavoro che abbiamo fatto quest’anno. Il nostro obiettivo era quello di avvicinarsi sempre più ai primi tre costruttori Honda, Yamaha e Ducati. Dal 2015 abbiamo migliorato in modo significativo e possiamo ora competere regolarmente per il podio. Ci stiamo avvicinando a loro. Ora il nostro obiettivo è quello di lottare con costanza per la top3 Pertanto, dobbiamo essere pronti a cogliere le opportunità quando si presentano”.

Il team manager Suzuki vuole che venga fatto un salto di qualità rispetto alla già positiva annata 2016, in cui sono arrivati quattro podi, compresa una vittoria. La casa di Hamamatsu non si accontenta, è in MotoGP per vincere e dunque vuole migliorare il rendimento della stagione da poco conclusa.

Ovviamente Davide Brivio e tutti nella squadra sono consapevoli che la concorrenza da battere sarà molto agguerrita: “Abbiamo avversari molto forti: Marquez-Honda, Rossi-Yamaha, Viñales-Yamaha, Lorenzo-Ducati. Queste sono squadre molto forti, ma abbiamo la possibilità di intervenire in questa lotta. Abbiamo già vinto una gara nel 2016. Non vedo alcun motivo perché non debba essere possibile anche nel 2017”.

L’ex team manager Yamaha è convinto che la Suzuki possa inserirsi nella lotta per la vittoria con gli altri avversari. Chissà se Andrea Iannone potrà essere la grande sorpresa del 2017. Ma di certo Brivio e tutti ad Hamamatsu sono convinti che sia lui il pilota giusto per fare lo step ulteriore: ­“Abbiamo scelto Iannone perché è uno dei migliori piloti della classe MotoGP. Lui può vincere le gare. Abbiamo concluso il contratto con lui prima di aver vinto una gara, ma abbiamo creduto in lui. Ora spetta a noi di fornirgli un buon pacchetto. La moto ora deve essere regolata in modo che si adatti il suo stile. Abbiamo visto che Iannone è un combattente”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)