Ducati, Jorge Lorenzo: “Voglio Stoner team manager”

Jorge Lorenzo e Casey Stoner
Jorge Lorenzo e Casey Stoner (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ancora non può parlare da uomo Ducati, ma in occasione di un evento pubblicitario a Madrid iniziano a trapelare le prime impressioni e notizie. Dopo due giorni di test a Valencia in sella alla Desmosedici le impressioni sono buone e resta da decidere chi sarà il suo team manager: in pole troviamo Casey Stoner.

Fino al 31 dicembre il contratto con Yamaha lo obbliga a “mordersi la lingua” quando si parla di Ducati, ma riconosce di essere “felice e soddisfatto” anche se resta “molto da fare” per poter puntare al titolo iridato. “La cosa importante è che ho avuto due giorni di prove molto importanti per trarre le prime conclusioni” e non nasconde di essere rimasto colpito dalle prestazioni di Maverick Vinales con la sua M1: “Tutti sappiamo che Viñales è un grande pilota, ma la verità è che ha sorpreso la sua grande capacità di adattamento”.

L’alleanza Lorenzo-Stoner contro Honda e Yamaha

Ma Yamaha fa ormai parte del passato e, seppur non possa fare esplicito riferimento, a Jorge Lorenzo interessa il suo futuro con la Rossa di Borgo Panigale e il lavoro che faranno i tecnici in base alle prime informazioni raccolte a Cheste dall’alto della sua esperienza. “Non mi pento delle decisioni che ho fatto. Ho lasciato una grande squadra, una squadra campione, per raggiungere una grande squadra che da molto tempo non è campione e mi piacerebbe vincere in futuro”.

L’unico titolo in MotoGP risale al 2007, al primo tentativo dell’era Casey Stoner, che adesso si ritrova al suo fianco nel box per uno scambio di opinioni. Ma dietro le quinte si lavora per convincerlo a diventare il team manager di Jorge, vista l’ottimo feeling riscontrato a Valencia. “Si, sarebbe interessante – ha ammesso il maiorchino -. Ci stiamo lavorando su, uno dei problemi di Casey è che lui si trova molto bene in Australia e per fare questo lavoro dovrebbe vivere in Italia, ma vedo Casey abbastanza convinto e cercheremo di trovare l’accordo. Il rapporto con Casey è eccellente. E’ un buon consigliere, una persona molto intelligente, molto attento, positivo. Sarebbe interessante”.

Buone impressioni anche sul compagno di team Andrea Dovizioso, che al momento gode di una maggiore esperienza e familiarità con la Ducati: “Andrea è una persona molto logica e di grande esperienza. Lui non fa errori e dà un sacco di informazioni. E’ intelligente e comunicare in questo momento è molto importante – ha aggiunto Jorge Loenzo -. E’ andato molto veloce a Valencia e penso che sia nel suo miglior momento professionale”. E conclude: “Non sarà facile andare più veloce di lui”.

L.C.