SBK, Marco Melandri: “Devo recuperare gli ultimi anni”

Marco Melandri
Marco Melandri (foto Facebook)

Marco Melandri è finalmente tornato in pista ad Aragon per la prima sessione di test ufficiali SBK 2017. Dopo un anno sabbatico fatto di piccole comparse il ravennate è salito in sella alla Ducati Panigale R per rimettersi in gioco e dare l’assalto al titolo iridato, un’impresa che non sarà facile con le Kawasaki ancora davanti.

“Ero molto contento all’idea di provare con tutti gli altri piloti oggi, è stata una buona giornata”, ha dichiarato Marco Melandri al termine del day-1. “Penso che la mia Ducati stia lavorando abbastanza bene qui ad Aragon. Il feeling che ho avuto a Valencia è circa lo stesso di oggi, quindi sapevamo cosa dovevamo fare. Giro dopo giro mi sento sempre meglio sulla moto. Ho ancora una lunga strada da percorrere davanti a me prima del round iniziale, ma sono felice”.

Stamane Melandri proseguirà il lavoro di sviluppo della sua moto, “proveremo un motore diverso, stanno arrivando cose nuove e sono molto impegnato. Devo ancora conoscere la moto e il team e fare il test, ma va tutto molto bene. Devo ancora migliorare soprattutto nell’area di frenata, penso di non essere molto costante in quello, ma dobbiamo vedere, anche l’elettronica è nuova quindi dobbiamo capire come far lavorare tutto insieme. Abbiamo un buon gap in cui possiamo migliorare, vedremo”.

La motivazione non manca al campione romagnolo classe 1982, dopo un anno lontano dalle competizioni l’obiettivo resta sempre il titolo mondiale e Ducati potrebbe avere le carte in regola per consentirgli l’azzardo: “Sicuramente ho bisogno di riprendere quello che ho perso negli ultimi anni. Il primo round non sarà facile, così come i primi giri in gara dopo alcuni anni che non corro, ma sono piuttosto fiducioso – ha aggiunto Marco Melandri -. Avere l’opportunità di portare al top un brand italiano come Ducati, da un pilota italiano, è un sogno per me, ogni mattina è questo il mio obiettivo”.