Red Bull entra in Superbike per sponsorizzare Honda?

Red Bull logo
Red Bull logo (©Getty Images)

Red Bull pare intenzionata a entrare pesantemente anche nel campionato mondiale Superbike. Il noto marchio di bibite energetiche è ormai presente in tantissimi sport e a breve dovrebbe sbarcare anche nella categoria delle moto derivate di serie.

Il noto portale Speedweek rivela che l’azienda austriaca diventerà il nuovo sponsor principale del team Honda in SBK. Da tempo la scuderia sta cercando uno sponsor per il 2017 e sembra averlo trovato finalmente. A inizio ottobre ci sono stati i primi colloqui e nel fine settimana dell’ultima gara a Losail, in Qatar, sarebbe giunto l’accordo.

Honda e Red Bull puntano al titolo SBK?

L’intesa sul piano finanziario è raggiunta, mancano da definire i dettagli inerenti il design della moto e il logo comune da utilizzare. I piloti Nicky Hayden e Stefan Bradl sulle loro nuove CBR 1000RR Fireblade SP2 avranno la scritta ‘Red Bull Honda‘. Il marchio austriaco sarà presente in modo imponente al fianco di quello della casa motociclistica di Tokio. Il suo ingresso nel campionato Superbike è molto importante per tutto il movimento. Carmelo Ezpeleta della Dorna, società organizzatrice del Mondiale, si è già spinto ad affermare che “Vorremmo ospitare una gara del Mondiale Superbike 2018 al Red Bull Ring”. Sul circuito di Spielberg corrono anche F1 e MotoGP.

La decisione di legarsi alla Honda è sicuramente avvenuta dopo aver ricevuto delle garanzie sulla bontà del progetto tecnico. La casa giapponese viene da anni senza tronfi iridati nel campionato delle derivate di serie. E’ dal 2007 che manca il titolo. Allora fu James Toseland, già campione in Ducati nel 2004, a conquistarlo. Quest’anno il team si è classificato al terzo posto nella classifica costruttori, mentre Nicky Hayden e Michael van der Mark (nel 2017 in Yamaha) rispettivamente quarto e quinto in quella piloti.

Il 2016 è stato un anno abbastanza positivo, però la distanza da Kawasaki e Ducati è stata evidente. Essere ‘i primi degli altri’ non interessa a una casa prestigiosa come la Honda e neppure alla Red Bull. Ci sono grandi aspettative per il 2017, visto che debutterà in campionato la nuova CBR 1000RR Fireblade SP2. Una moto di cui da tempo si parla e che è stata realizzata per lottare con le rivali più forti.

Il prossimo anno dovrà essere quello dell’ulteriore passo in avanti, per ridurre il gap da Kawasaki e Honda. All’inizio sarà normale dover lavorare molto per capire come sfruttare la moto al meglio. Però a Tokio ci si attendono dei risultati importanti. Con due piloti ex MotoGP come Hayden e Bradl le aspettative sono abbastanza elevate. E la partnership con un marchio come Red Bull può aiutare la missione di tornare a vincere il titolo SBK.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)