Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Per Andrea Iannone primo contatto sulla Suzuki nel test MotoGP di Valencia. Un esordio positivo per l’ex Ducati, che con gomma usata ha ottenuto il 7° tempo a 235 millesimi dal leader Maveric Vinales.

La GSX-RR ha telaio e ciclistica che sembrano agevolare le qualità di guida del pilota. Non c’è la potenza della Desmosedici guidata fino a domenica, ma la moto giapponese sta migliorando. La sensazione è che le parti abbiano cominciato con il piede giusto e domani nella seconda e ultima giornata di test a Valencia ci potranno essere ulteriori progressi. Il binomio Suzuki-Iannone ha margini di miglioramento importanti.

MotoGP Test Valencia: parla Andrea Iannone

Al termine della giornata odierna Andrea Iannone è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue considerazioni: “Sono contento per come è stato l’approccio di oggi. Ero molto entusiasta di iniziare questa avventura. Sono contento per come mi sono trovato. Abbiamo fatto un po’ di giri, provando entrambe le moto, che hanno delle cose diverse tra loro. E’ andato tutto come previsto”.

L’abruzzese ha avuto modo di parlare pure della sua caduta, che comunque non ha ostacolato troppo il lavoro: “Peccato per la scivolata, ma credo che quando è scesa la temperatura sono iniziati a scivolare in tanti, soprattutto nelle curve a destra. Qui ce ne sono poche e quando arrivi devi stare attento. Però è stata una scivolata senza grandi conseguenze”.

Infine Iannone ha ribadito quelle che sono state le sue sensazioni in sella alla Suzuki: “Mi sono trovato bene, poi ovviamente dobbiamo continuare a lavorare e capire. Il primo approccio intanto è stato buono, quindi vediamo domani cosa faremo. Abbiamo girato cercando di capire e conoscere la moto. Non abbiamo mai usato gomme nuove e questo è molto importante. Il miglior tempo l’ho fatto con una gomma molto usata e sono contento di questo. Bisogna stare tranquilli e avere un profilo molto basso”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)