MotoGP, Valentino Rossi: “In Ducati stavo bene, ma niente risultati”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi ha chiuso il campionato MotoGP 2016 con il quarto posto di Valencia e il secondo nella classifica piloti. Per il terzo anno di fila chiude alle spalle del campione.

A 37 anni il Dottore ha ancora un alto grado di competitività, anche se gli è mancato qualcosa per poter vincere il titolo. In particolare la costanza che, invece, aveva avuto nel 2015. In questa stagione è caduto tre volte e ciò ha influito molto sul suo distacco da Marc Marquez. La voglia di riscattare la delusione dell’annata scorsa forse lo ha spinto ad osare maggiormente e sbagliare.

Valentino Rossi su Lorenzo e Ducati

Siamo sicuri che anche nel 2017 Valentino Rossi si giocherà le prime posizioni, anche se compirà 38 anni e dunque diventa sempre più difficile battere rivali più giovani e molto forti. Tra i colleghi sa sconfiggere ci sarà, ovviamente, Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, però, non sarà più nel suo box. E’ risaputo che lascerà Yamaha per approdare in Ducati.

E il pilota di Tavullia è convinto che l’ormai ex compagno potrà dare del filo da torcere già al suo primo anno in sella alla Desmosedici. Da Valencia ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, riprese da Crash.net: “Sono sicuro al 100% che sarebbe stupido dimenticarsi di Lorenzo con la Ducati per il la battaglia del campionato 2017, perché penso che possa essere veramente competitivo”.

C’è molta curiosità di vedere se il maiorchino riuscirà nell’impresa che a Rossi non riuscì, ovvero quella di vincere in Ducati. Solo Casey Stoner ce l’ha fatta. Ma va detto che le moto che guidò Valentino era molto meno competitiva dell’attuale e dunque non si possono fare dei paragoni.

E a proposito dell’esperienza in Ducati e di quella di Lorenzo, il nove volte campione del mondo si è così espresso: “Penso che l’atmosfera in Ducati ora è un po’ diversa ora, perché è cambiato molto dentro. Ma penso che Jorge si sentirà bene. Sinceramente anche quando correvo per Ducati mi sentivo bene con tutte le persone all’interno, con tutti i ragazzi che lavoravano con me. Purtroppo non siamo stati in grado di migliorare la moto e di arrivare al risultato giusto”.

Valentino Rossi ha commentato l’ambiente Ducati facendo pure un parallelo con la Yamaha: “In Yamaha l’atmosfera è molto buona e familiare. Lavoriamo sempre nel modo giusto. I giapponesi mettono sempre il pilota al primo posto e cercano di risolvere tutti i problemi. Ma penso che per Lorenzo anche Ducati vada bene”.