MotoGP, Valentino Rossi: “A Valencia non so guidare”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi è in difficoltà sul circuito di Valencia, un tracciato storicamente favorevole a Lorenzo e Marquez, ma riesce a strappare con i denti la prima fila, nonostante un gap di sette decimi dal best lap. Per puntare al podio sarà fondamentale trovare una soluzione nel warm-up di domattina, mentre sulla strategia gomme resta ancora qualche dubbio.

Il GP di Valencia si è dimostrato in salita per Valentino Rossi sin dalle prime uscite del venerdì, d’altronde non è un mistero che sia un tracciato poco consono allo stile di guida del Dottore. “Il bilancio è molto positivo, perchè Valencia per me è sempre un circuito difficilissimo – ha ammesso il pesarese della Yamaha ai microfoni di Sky Sport -. Tutti gli anni non sono proprio capace di guidare qua, nelle prove di ieri ho fatto fatica, stamattina neanche tanto bene, in qualifica siamo riusciti a migliorare la moto e a sfruttare meglio la pista, ho fatto dei bei giri. E’ importante partire in prima fila perchè è difficile sorpassare e partire da lì è molto importante”.

Set-up e scelta gomme per puntare al podio

Ma sarà impresa molto ardua ambire alla vittoria, visto il ritmo di Marc e Jorge: “Dobbiamo lavorare e cercare di fare meglio perchè Marquez e Lorenzo vanno più forte come passo e dietro di me ci sono altri tre o quattro piloti che possono battermi – ha aggiunto il pilota di Tavullia -. Quindi per lottare per il podio serve essere più veloci e fare il lavoro giusto. Per prima cosa ci siamo avvicinati molto, adesso bisognerà mettere a posto alcuni punti e poi fare la giusta scelta delle gomme”.

La strategia sembra orientata sulla gomma dura, perchè la morbida rischia di non arrivare a fine gara, ma Valentino Rossi lascia aperta ogni possibilità e domani potrebbe anche rischiare una scelta azzardata per cercare di battere Jorge Lorenzo: “Su questa pista lui va molto bene, mi sarebbe piaciuto fare 1’29” anche a me, lo potevo fare perchè ho fatto qualche sbavatura, ma sono contento della prima fila. Le gomme? La dura scivola tanto e con la morbida non si arriva alla fine, bisognerà vedere domani”.