Bollo auto, proposta PD: officine come Agenzia delle Entrate

bollo auto (foto archivio)
bollo auto (foto archivio)

Il Partito Democratico ha avanzato una proposta di legge per contrastare il fenomeno dell’evasione del bollo auto: le officine autorizzate a fare la revisione dovranno controllare se i proprietario dei veicoli abbiano sempre pagato la tassa di proprietà e di circolazione e che non sia sottoposto a fermo amministrativo.

Le officine meccaniche potrebbero in parte trasformarsi in Agenzia delle Entrate, se la proposta dovesse diventare legge a tutti gli effetti, La proposta del PD si trova ancora in Commissione finanze alla Camera dei deputati e passerà alla commissione Bilancio. Prevede che siano gli uffici del dipartimento dei Trasporti e le autofficine autorizzate a fare la revisione a dover verificare che i proprietari dei veicoli abbiano pagato il bollo. I proprietari dei veicoli beccati in fallo non potranno circolare fino ad avvenuto pagamento. La proposta PD dovrà passare alla commissione Bilancio.

L’obiettivo è di mettere fine all’evasione di una delle tasse più odiate dagli italiani, seconda solo al canone Rai, ma lo Stato vuole correre ai ripari anzichè pensare di abolirla. Non è chiaro se le officine dovranno segnalare anche gli evasori, ma la proposta sembra non ricordarsi che in questo modo la privacy dell’automobilista diventa solo un ricordo. Infatti i dipendenti dell’officina dovranno accedere alla banca dati delle Entrate e senza volerlo saranno a conoscenza dei segreti fiscali dei suoi clienti. Speriamo che la strada diventi in salita…

L.C.