Toto Wolff: “Futuro incerto per Mercedes dopo il 2020”

Toto Wolff
Toto Wolff (©Getty Images)

La scuderia Mercedes AMG F1 si avvia verso il terzo titolo mondiale consecutivo, tre anni di assoluto dominio orchestrato magistralmente da Toto Wolff e da un gruppo di lavoro che si sviluppa in senso orizzontale, senza leader nel vero senza della parola, salvo Paddy Lowe. Un esempio che altri team stanno cercando di seguire, Ferrari compresa.

Dal 2014 ad oggi la Casa di Stoccarda ha macinato vittorie, giri veloci, record, pole position e resta la grande favorita anche per il 2017. La monoposto W5 non solo è la più potente, ma anche la più affidabile e la più aerodinamicamente convincente, tanto da indurre ripercussioni positive anche sul mercato delle sue auto stradali, su cui si trasferisce parte della tecnologia sperimentata e impiegata nel Circus.

Una catena di lavoro perfetta che ha come direttore d’orchestra il 44enne Toto Wolff, ma nessun stratega principale in stile Adria Newey o Rory Byrne. Il segreto della Mercedes AMG F1 è il gruppo, nessun protagonismo, tutti uguali e sullo stesso piano. Ma è pur vero che le epoche d’oro e i bei momenti sono destinati a durare poco e non è escluso che mister Wolff decida presto di diventare manager della Liberty Media, la nuova (o futura) proprietaria della Formula 1, sebbene non ci siano notizie ufficiali.

Futuro incerto ai box Mercedes

Il team principal sta discutendo il rinnovo di contratto fino al 2018, ma ha le idee chiare: “Non starò in F.1 per sempre, diciamo che vi rimarrò ancora per un paio d’anni, sinché mi divertirò a fare quello che sto facendo”, ha dichiarato a ‘La Gazzetta dello Sport’. “Mi piace il business degli investimenti, che è proiettato su diversi modelli. Società, prodotti, gente, clienti. È quello che ho sempre fatto. Fuori dalla Formula 1 continuerò su quella strada”.

Nei prossimi anni, probabilmente entro il 2020, ai vertici della scuderia ci saranno altri personaggi su cui al momento non si può dire molto… “Dico soltanto che abbiamo un grande gruppo di leader in questo momento, ma ce n’è un altro in crescita pronto a subentrare. Il successo di un team è fare lavorare bene, e insieme, il personale – ha concluso Toto Wolff -. Se dovessi parlare oggi di come saremo posizionati in futuro non sarebbe corretto… L’impegno come team ufficiale continuerà sino al 2020. Non so che cosa accadrà dopo. La mia opinione è che resteremo in F.1, se la F.1 si svilupperà in modo positivo”.