Valentino Rossi: “Curioso di vedere la nuova M1”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Ultimo week-end di Motomondiale a Valencia, ma prima di pensare al Gran Premio Valentino Rossi ha fatto un salto all’Eicma di Milano per presentare le novità Yamaha e fare da testimone al nuovo maxi scooter T-Max. L’obiettivo è portare a casa la vittoria e mettere fine al digiuno che persiste dal 6 giugno, quando riuscì a conquistare la vittoria in Catalunya.

Sarà un GP di Valencia molto sui generis, l’ultimo al fianco di Jorge Lorenzo nei box Yamaha. Da martedì inizia l’avventura 2017 con i primi test ufficiali, la nuova YZR-M1 con cuoi prendere confidenza e un nuovo compagno di squadra: Maverick Vinales. Tutto in pochi giorni, prima dell’ultimo test previsto per il 23-24 ottobre a Sepang.

Non sarà una sfida facile, con Lorenzo che vorrebbe chiudere la sua avventura in Yamaha con una vittoria, Marquez in cerca di una vittoria dopo due cadute in gara e le Ducati sempre più al vertice: “Valencia è sempre un circuito difficile, essere competitivi sarà una sfida ancora più grossa, poi martedì proviamo la moto nuova, è la prima volta che la vedremo oltre a provarla, siamo tutti molto curiosi”, ha dichiarato Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport.

Ma che voto dare alla stagione del Dottore? “Dare un voto è sempre difficile, mi darei 7 e mezzo, sono stato sfortunato, ho fatto qualche errore di troppo, ma sono stato sempre competitivo, alla fine è stata una bella stagione. Mi sarebbe piaciuto essere stato più vicino per lottare per il campionato – ha confessato il campione di Tavullia -, ma è stato un campionato positivo”.

Anche dal punto di vista calcistico non è un periodo molto positivo per Rossi, grande e irriducibile tifoso dell’Inter: “Per l’Inter è un periodo difficilissimo, ma è una macchina che si riprende che rifà bene, speriamo che riescono a dare una riorganizzata fra allenatore e resto del gruppo, cambiare allenatore non è stato facile, però la squadra può fare bene… In bocca al lupo a Pioli, non sarà facile, ma noi siamo con lui”.