Volkswagen, addio Rally: i motivi della scelta. Ogier: “Torno subito!”

Sebastien Ogier Volkswagen Motorsport Rally
Sebastien Ogier (©Getty Images)

Volkswagen ha annunciato ufficialmente il suo addio al Mondiale Rally dopo quattro anni di dominio incontrastato. Dopo le prime indiscrezioni la Casa di Wolfsburg non ha voluto perdere tempo con attese e annunci e ha diramato un comunicato ufficiale per confermare la clamorosa notizia. Alla base dell’inattesa decisione la questione Dieselgate, che ha spinto a lasciare anche il Mondiale Endurance, ma per la FIA suona un altro campanello d’allarme.

Volkswagen è un impero che scricchiola, ma per adesso non sono previsti crolli catastrofici. Da quest’anno il gruppo tedesco è diventato il marchio automobilistico più venduto al mondo compiendo il tanto atteso sorpasso ai danni di Toyota. Eppure il terremoto Dieselgate ha creato non poche crepe e adesso arriva il momento dei conti. Solo negli Usa ha dovuto staccare un ‘assegno’ da 14,7 miliardi di dollari per rimborsare in parte i clienti americani danneggiati dai software illegali, senza ancora conoscere la somma che dovrà sborsare nel Vecchio Continente e nel resto del mondo.

Effetto Dieselgate, il futuro è elettrico

Cifre da capogiro anche per uno dei maggiori colossi economici internazionali, costretto a tagliare i costi per scongiurare l’ipotesi default e mostrarsi con i conti in regola. A farne le spese è il motorsport i cui ricavi sono inconsistenti nonostante la sequela di vittorie record che hanno spinto la Polo WRC a non avere rivali nel Rally, con 41 vittorie su 50 corse. Stessa sorte nel Mondiale Endurance che pure ha regalato 2 trionfi mondiali e 106 vittorie su 185 gare, ma qui i costi sembrano sfiorare i livelli della Formula 1, rendendo poco proficuo l’investimento. Nel WRC, invece, le spese non sono eccessive, ma il tornaconto economico latita e anche qui la FIA dovrà porre rimedio quanto prima…

“Il marchio Volkswagen si trova ad affrontare sfide enormi – ha detto il direttore Sviluppo Frank Welsch ai circa 200 dipendenti Motorsport a Hannover -. Con l’imminente espansione della elettrificazione nella nostra gamma di veicoli tutti dobbiamo concentrare i nostri sforzi su importanti tecnologie del futuro. Nel WRC abbiamo superato i nostri obiettivi sportivi, ora dobbiamo dare maggior peso alla tecnologia dei veicoli del futuro”. Dal 2017  la presenza nei rally si limiterà alla fornitura di Polo clienti nella classe WRC2, mentre il marchio sarà presente in pista con le Golf GTI oltre che col Maggiolino nel rally cross.

Ogier pronto a cambiare squadra

Dal punto di vista strettamente sportivo resta in dubbio il destino di Sebastien Ogier e dei suoi compagni Jari-Matti Latvala e Andreas Mikkelsen che dovranno trovarsi un’altra sistemazione. Ma il quattro volte campione iridato sembra aver già ricevuto qualche offerta interessante: “La cosa più importante che voglio dire ora è che sono davvero dispiaciuto per il mio fantastico team WRC, la Volkswagen Motorsport! Abbiamo avuto 4 stagioni strepitose assieme, ricche di successi!”. E rassicura i suoi tifosi: “Non preoccupatevi per me, mi vedrete presto ancora una volta!”.

Luigi Ciamburro