Formula1, Williams conferma Bottas. Stroll sostituisce Massa

photo Facebook
photo Facebook

Williams Martini Racing conferma Valtteri Bottas al volante della FW38 anche per il Mondiale 2017 di Formula Uno. Il pilota finlandese sarà affiancato da Lance Stroll, giovane atleta canadese, classe 1998, del Ferrari Driver Academy che farà il suo debutto nel Circus.

Dopo quattro stagioni in Formula Uno Valtteri Bottas conferma di essere un grande talento, corteggiato dai migliori team, con nove podi su 76 GP. E’ una risorsa preziosa per la squadra inglese e contribuirà a guidare la squadra attraverso i grandi cambiamenti di regolamento che saranno introdotti nel 2017, in attesa di poter avere una monoposto all’altezza della situazione che gli consenta di potersi esprimere al meglio. “Sono molto felice di intraprendere la mia quinta stagione per la Williams nel 2017. Sarà una stagione eccitante con tutti i cambiamenti di regolamento e una grande opportunità per la squadra di avvicinarsi al fronte – ha sottolineato Bottas -. Darò il 100% come sempre alla squadra”.

Williams punta su un giovane talento

Lance Stroll sarà una delle grandi novità del Mondiale 2017 di F1. Ha iniziato la carriera nel karting all’età di 8 anni e ha bruciato le tappe aggiudicandosi numerose vittorie e il primo posto nel campionato italiano di Formula 4 nel 2014, il titolo Toyota Racing Series in Nuova Zelanda nel 2015 e il titolo europeo di Formula 3 nel 2016, dimostrando di avere tanto talento già all’età di 18 anni. “Correre in Formula Uno nel 2017 è incredibile, non potrò mai ringraziare abbastanza Williams per la fiducia accordatami. Correre in F1 era qualcosa che sognavo da ragazzino”.

L’obiettivo sarà di apprendere nozioni nel minor tempo possibile e ha potuto già fare qualche giro sulla Williams del 2014 con buoni risultati: “La potenza è incredibile. Sto imparando sulla macchina, l’incredibile carico aerodinamico, DRS e gestione dei pneumatici, cercando di trovare il limite. Giro dopo giro sto acquisendo sempre più maggiore sicurezza. Ho avuto successo nel karting, F4, Toyota Racing Series e, più recentemente, nella F3, vincendo ogni categoria in cui ho gareggiato, quindi credo di aver guadagnato il salto in F1 – ha concluso il pilota canadese -. Sono molto grato a tutti coloro che mi hanno aiutato a raggiungere questo livello”.