MotoGP Sepang, Valentino Rossi: “In gara tutto può succedere”

Valentino Rossi a Sepang
Valentino Rossi a Sepang (©Getty Images)

Valentino Rossi ancora una volta trova la zampata vincente e conquista la prima fila al termine della Q2 del GP di Sepang. Nelle FP4 il pesarese della Yamaha sembrava in difficoltà con le prestazioni sul bagnato, ma una modifica al set-up sulla moto da bagnato ha dato quel “pelo in più” per piazzarsi alla spalle del pole-man Andrea Dovizioso.

Sarà una prima fila all’insegna del tricolore italiano, con la coppia Dovizioso-Rossi che cercherà di dettare il ritmo sin dalla partenza, anche se Jorge Lorenzo in condizioni di asciutto si rivelerà sicuramente una spina nel fianco. Alle spalle ci saranno le due Honda di Crutchlow e Marquez a rendere l’atmosfera ancora più frizzante, per un Gran Premio che si preannuncia infuocato nonostante l’archviazione del discorso iridato.

Set-up vincente dopo la FP4

Valentino ha sfiorato la pole position ma può ritenersi soddisfatto per la seconda finestra in griglia, ma sarà decisivo il meteo di domani: “La cosa più positiva è che abbiamo fatto una modifica sulla moto dopo la FP4 che era da bagnato, ma non mi trovavo bene, avevamo due moto e la seconda era anche peggio, quindi ero preoccupato e infatti ero indietro – ha raccontato il Dottore ai microfoni di Sky Sport -. Abbiamo scelto la moto da usare, fatto delle modifiche e ho trovato un buon feeling e all’ultimo tentativo ho fatto quel pelo meglio e la seconda posizione è davvero positiva”.

La gara sarà un rebus dettato dalle condizioni meteorologiche, la pioggia è prevista e il nuovo asfalto tarda ad asciugarsi. Il vero cruccio sarebbe di correre in condizioni miste, mandando in tilt ogni strategia gomme: “Può succedere di tutto perchè in gara è diverso in generale, qui a Sepang è ancora più diversa perchè le gomme si scaldano tanto, quindi è molto difficile controllare la moto anche fisicamente – ha sottolineato il campione di Tavullia -. Siamo abbastanza competitivi sia sull’asciutto sia sul bagnato, se le condizioni saranno metà e metà sarà una lotteria”.

Le modifiche e il nuovo asfalto di Sepang hanno suscitato diverse polemiche tra gli addetti ai lavori, ma per Valentino Rossi il vero neo è uno soltanto: “Pista promossa, hanno fatto un buonissimo lavoro, l’asfalto ha tanto grip, ma l’unico problema è che non si asciuga mai e considerando che qui piove quasi tutti i giorni è un grande limite. Quindi speriamo che sia asciutto da adesso a domani per poter fare una gara al 100% asciutta”.