GP Messico, Vettel 1° nelle FP2: “E’ venerdì, non significa nulla”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel regala un risultato inatteso nel venerdì del Gran Premio del Messico, conquistando il miglior crono nella seconda sessione di prove libere in 1’19″790 con gomme Supersoft. Quarto Kimi Raikkonen che lamenta un problema di sottosterzo, ma guarda alle qualifiche con ottimismo.

Le basse temperature hanno costretto Vettel a compiere un paio di giri prima di portare a temperatura gli pneumatici, ma alla fine ha messo a segno un giro perfetto e poi ha effettuato un eccellente long run con le gomme Medium, che sulla carta sarà la mescola ideale per la gara. Beffa Lewis Hamilton di soli 4 millesimi, approfittando che il campione della Mercedes abbia commesso qualche errore, quindi resta il gran favorito per conquistare la pole position.

“Nel complesso è stata una buona giornata, la macchina sembra funzionare, a giudicare non solo dal risultato ma anche a livello di sensazioni – ha dichiarato Sebastian Vettel -. Siamo stati veloci non solo sul giro singolo, ma in tutti i passaggi completati. Siamo anche riusciti ad uscire dal box prima del previsto, il che non succede sempre. Certo è bello essere in cima alla lista dei tempi, ma al venerdì non significa niente. Se riusciamo ad essere nella stessa posizione domani, allora sì che possiamo essere contenti. Quanto al resto, mi sembrava di essere in centro a Città del Messico, non in pista, con tutto il traffico che c’era! Penso che tutti abbiano avuto gli stessi problemi, cercando di far durare le gomme, specialmente le Supersoft”.

Non è stato un venerdì altrettanto brillante per Kimi Raikkonen che termina le prove del venerdì al quarto posto con un distacco di 469 millesimi da Vettel: ” Nel complesso è stata una buona giornata ma è ancora presto per sapere dove siamo e come andrà nei prossimi giorni. Ho avuto sottosterzo, soprattutto nel pomeriggio, faticando con le gomme nuove, ma in fondo era la prima giornata di prove – ha dichiarato il pilota finlandese -. Ora dobbiamo concentrarci e lavorare su alcune cose, come facciamo ogni venerdì, e domani, con pneumatici nuovi, speriamo di poter spingere un pò di più.”