Roberto Benigni in auto contromano: multa e patente ritirata

Roberto Benigni (© Getty Images)
Roberto Benigni (© Getty Images)

Una multa nel giorno del suo compleanno non ci voleva propria. Ma Roberto Benigni dovrà rassegnarsi a pagarla: ieri è stato infatti fermato mentre circolava contromano in un esclusivo quartiere di Roma.

Il personaggio non è nuovo a comportamenti eccentrici e stravaganti, ma almeno in questo caso la deviazione dalla norma non è stata cercata e voluta. Il premio Oscar Roberto Benigni si è visto ritirare la patente dai vigili urbani della Capitale perché non si era accorto che stava percorrendo una strada controsenso a bordo della sua auto lungo Viale delle Belle Arti, nel cuore dei Parioli. Per il regista toscano, che ieri ha spento 64 candeline, il compleanno 2016 è stato dunque piuttosto amaro. E sul web spopolano i commenti ironici, come quello che fa il verso al suo film capolavoro: “La multa è bella!”.

A riferire dell’accaduto sono i collegi del quotidiano romano Il Tempo. A quanto pare Benigni sta circolando nella zona dei Parioli quando, secondo un vizietto tutto italiano, avrebbe invaso la corsia opposta per evitare la coda al semaforo. Sempre alle prese con mille impegni, lavorativi e non, evidentemente andava di fretta… Subito fermato dai vigili per “sorpasso contromano”, il noto attore è stato multato e gli è stata ritirata la patente, con sospensione temporanea, per aver violato l’articolo 143 del codice della strada, quello che disciplina la “posizione dei veicoli sulla carreggiata”). Il bilancio in cifre: 162 euro di multa e 10 punti in meno sulla patente. Ora non rimane che capire per quanto tempo rimarrà senza il permesso di guida (a stabilirlo sarà la Prefettura: i tempi di solito variano da uno a tre mesi). Stando ai rumors dopo l’episodio Benigni sarebbe andato su tutte le furie. Dopo una lunga discussione, però, il noto attore non ha potuto fare altro che portarsi a casa il brutto “regalo”. Ora avrà, come tutti gli automobilisti comuni mortali, 60 giorni di tempo per fare ricorso.