Pramac Racing, Christian Pupulin nuovo capotecnico di Redding

Scott Redding
Scott Redding e lo staff Pramac (©Getty Images)

Scott Redding ha confermato che sarà Christian Pupulin a sostituire l’uscente Giacomo Guidotti nel ruolo di capotecnico nel 2017. Il pilota britannico del team Pramac Racing potrà fare affidamento sull’ingegnere friulano che vanta oltre 15 anni di esperienza in pista e al servizio di Ducati.

Durante l’estate, quando il mercato piloti sembrava aver assestato tutti i colpi di scena, dietro le quinte c’erano tecnici e ingegneri che brulicavano per provare nuove avventure e trovare ulteriori stimoli. Tra questi Giacomo Guidotti, fratello del team manager Francesco Guidotti, che ha deciso di lasciare il box “di famiglia” per diventare il nuovo capotecnico di Dani Pedrosa alla Honda, ufficializzando la notizia in occasione del GP di Misano.

Al suo posto subentrerà Christian Pupulin, laureato in ingegneria meccanica a Udine con una tesa sulla 916 intitolata “Studio di un telaio per moto da competizione: calcolo sugli elementi finiti della rigidezza”, a dimostrazione di avere le idee già ben chiare sul suo futuro. Nel 2001 è già ingegnere di pista e capotecnico del pilota Ruben Xaus nel team ufficiale Ducati SBK, poi la sua carriera professionale prosegue con Ducati Corse diventando a inizio 2016 il coordinatore tecnico di Scott Redding e Danilo Petrucci.

Christian ‘Pippi’ dal 2013 al 2015 è stato anche capotecnico di Andrea Dovizioso e dal prossimo anno concentrerà la sua professionalità sul pilota britannico: “Avere un nuovo capo equipaggio è come avere una nuova moto”, ha detto Redding a Crash.net, attualmente impegnato in una sfida all’interno del team con Danilo Petrucci per l’assegnazione di una Ducati GP17 per l’anno prossimo. “Solitamente è bene avere la stessa moto, lo stesso capo equipaggio per uno, due, tre anni. Basta vedere Valentino e tutti i migliori ragazzi che mantengono lo stesso staff.

Scott e Giacomo Guidotti hanno lavorato a stretto contatto per un anno, non molto per instaurare un rapporto paterno come avvenuto con Pete Benson (capo meccanico di Redding in Moto2 per cinque anni). Ma si dice certo che l’arrivo di Christian Pupulin gli fornirà le giuste motivazioni per il 2017: “Ha avuto esperienza con la Ducati, è esperto, vede tutte le informazioni di tutti, a fine giornata potrebbe essere di grande aiuto. E’ sempre bello avere qualcuno di nuovo, offre la giusta motivazione”.