Ferrari riporta un italiano in F1? Contatti per Antonio Giovinazzi

0
63
Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi (©Getty Images)

Antonio Giovinazzi potrebbe essere il primo italiano a correre in F1 dopo cinque anni senza piloti nostrani nel Grande Circus.

L’ultimo fu Jarno Trulli nel 2011. E prima ancora c’era stato Giancarlo Fisichella, sceso in pista l’ultima volta nel 2009 con la Ferrari per sostituire Felipe Massa. E’ stato lui anche l’ultimo dei nostri a vincere un GP, nel 2006. Poi per gli italiani non c’è stato spazio.

Un po’ mancanza di grandi talenti pronti da lanciare a grandi livelli, ma soprattutto assenza di sponsor che li supportassero. Al giorno d’oggi per approdare in Formula1 bisogna spesso essere driver paganti oppure riuscire ad entrare nelle academy delle scuderie migliori.

F1, Antonio Giovinazzi in Ferrari?

Il vento potrebbe presto cambiare se Antonio Giovinazzi riuscirà a trovare l’ingaggio giusto. Secondo quanto rivelato dal quotidiano Il Giornale sulle sue tracce ci sono sia Red Bull che Ferrari. Entrambe le scuderie hanno avviato i contatti.

Il 22enne pugliese è leader del campionato GP2 all’esordio. Guida il Mondiale con 7 punti di vantaggio sul compagno di squadra Pierre Gasly e mancano due gare alla fine. Il titolo sarà una questione interna al team italiano Prema Racing. Il francese è test driver e riserva della Red Bull, scuderia abituata a costruire i propri talenti in casa e a lanciarli. Non vengono mai presi piloti esterni.

Helmut Marko, colui che in questi anni si è occupato dei giovani a Milton Keynes, potrebbe essere attirato dall’idea di piazzare Antonio Giovinazzi in Toro Rosso in futuro. Per un sedile in Red Bull sarà dura, visto che ci sono Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Prima bisogna passare per lo junior team e poi si vedrà. E’ così per tutti. Come dicevamo, qualche contatto c’è stato.

E pure la Ferrari si è mossa con l’entourage del pugliese. A settembre lo ha invitato a provare il simulatore. In ottica futura un sedile per lui può liberarsi dopo il 2017, quando scadrà il contratto di Kimi Raikkonen. Ma intanto il ragazzi può essere “parcheggiato” in Sauber o da Haas. Bisogna fare in fretta, però, e passare alle firme contrattuali. Se davvero a Maranello si vuole puntare su di lui, basta chiamare Enrico Zanarini. E’ l’uomo che sta seguendo la carriera di Giovinazzi e nell’ambiente ferrarista è ben conosciuto. Fu infatti il manager di Eddie Irvine.