MotoGP, Andrea Iannone: “Suzuki mi fa sentire importante”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone ritorna in pista a Sepang, dopo quattro gare saltate a causa dell’infortunio rimediato nelle prove libere del GP di San Marino. The Maniac può finalmente tornare a calcare la polvere dei circuito del Motomondiale, sull’onda del successo mediatico dovuto al fidanzamento con la showgirl Belen Rodriguez, che gli ha purtroppo attirato molte antipatie sui social.

Dalla caduta di Misano è trascorso oltre un mese e mezzo, la frattura alla vertebra T3 sembra non dare più problemi e finalmente rieccolo su Facebook postare immagini inerenti alla sua vita professionale, e non solo privata. Il pilota di Vasto è tornato, difficile tenere un combattente in gabbia, ma era inopportuno rischiare di mettere a repentaglio la salute, considerando che saranno le sue ultime gare in Ducati prima di intraprendere la nuova avventura con la Suzuki.

Le sue giornate sono ancora condite di antidolorifici e probabilmente sarà l’unica soluzione per scendere in pista in Malesia, ma scendere in pista dopo una pausa di circa 50 giorni potrebbe essere un po’ traumatico. Si è parlato di un suo riposo prolungato a causa del “licenziamento” della Ducati, ma Andrea Iannone smentisce in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’: “Ho sempre avuto rispetto e stima per tutti in Ducati. Ho condiviso con loro momenti di estrema difficoltà ma anche di gioia e felicità. Ci siamo tolti belle soddisfazioni e ci tenevo a chiudere l’anno nel migliore dei modi”.

L’obiettivo è fare due gare positive a Sepang e Valencia, concludere l’esperienza in Ducati nel migliore dei modi e poi concentrarsi sulla nuova GSX-RR che testerà nei primi test in terra spagnola all’indomani dell’ultimo Gran Premio: “È una bella moto che funziona bene, Viñales è stato molto bravo e anche Aleix Espargaro ha fatto due buone gare. Davide e Roberto Brivio mi hanno scritto in questi giorni, facendomi sentire importante”. Ma adesso non è tempo di parlare della sua vita privata… “So che certe situazioni ti portano sotto i riflettori, ne ero consapevole ma non mi interessa. Io parlo sempre di Andrea Iannone, sappiamo tutti chi è e cosa fa nella vita, il resto lascia il tempo che trova”.