Audi sorprende tutti: addio WEC, punterà sulla Formula E

Audi 24 Ore Le mans
(©Getty Images)

Clamorosa decisione presa dall’Audi: dal 2017 non parteciperà più alle gare del campionato Endurance (WEC). Addio dunque anche alla storica 24 Ore di Le Mans, che ha vinto per 13 volte nelle ultime 18 edizioni.

Non ci si aspettava una presa di posizione del genere da parte della casa di Ingolstadt. Un autentico colpo di scena. L’agenzia Reuters ha riferito che l’addio al World Endurance Championship comporterà un risparmio di circa 100 milioni di euro. L’obiettivo sarà quello di investire sulle competizioni con macchine elettriche, in particolare la Formula E.

Sul sito ufficiale dell’Audi si leggono le dichiarazioni di Rupert Stadler, CEO dell’azienda, sulla decisione presa: «Parteciperemo alla gara per il futuro sulla potenza elettrica. Con le nostre auto di serie che stanno diventando sempre più elettriche, quelle delle competizioni, che sono la punta tecnologica di Audi, devono esserlo ancor di più».

Dal 2017 la casa di Ingolstadt parteciperà al campionato Formula E della FIA. Verrà intensificata la partnership con il Team ABT Schaeffler. Poi nel 2018 arriverà sul mercato il primo modello completamente elettrico di serie Audi. Il marchio tedesco ha deciso di investire sul green e pertanto indirizza le proprie strategie in tale direzione anche a livello sportivo.

Wolfgang Ullrich, capo di Audi Sport, si è così espresso sull’addio all’endurance: «Dopo 18 anni di straordinari successi nelle gare con prototipi per Audi, è ovviamente molto difficile abbandonare. Vorrei ringraziare la nostra squadra, da Reinhold Joest e il suo team, fino ai piloti, i partner e gli sponsor per questa collaborazione di successo. E’ stato grandioso!».

E in effetti Audi in questi anni si è tolta tante soddisfazioni. In totale si contano: 106 vittorie in 185 gare, 80 pole position e 94 giri veloci; Sono stati vinti due titoli WEC e, come dicevamo in precedenza, sono state 13 le vittorie a Le Mans. Un’era vincente nei campionati riservati ai prototipi. Ma il futuro è l’elettrico e vedremo se pure in Formula E arriveranno nuovi successi.