Ecclestone tifa Hamilton: “Rosberg non è utile alla F1”

Bernie Ecclestone e Lewis Hamilton
Bernie Ecclestone e Lewis Hamilton (©Getty Images)

L’86enne Bernie Ecclestone non nasconde di fare il tifo per Lewis Hamilton nella corsa al titolo mondiale di Formula 1, ma Nico Rosberg sembra il grande favorito, forte di 26 punti di vantaggio a tre GP dal termine del campionato. Il patron del Circus è noto per essere un uomo senza peli sulla lingua, ma in casa Mercedes non sembrano essere piaciute simili dichiarazioni.

Alla vigilia del Gran Premio degli Stati Uniti Mr. Ecclestone si è apertamente schierato al fianco del campione in carica, un personaggio che sa essere un perfetto uomo immagine, un autentico ambasciatore del Circus in tutto il mondo, grazie al suo modo di fare e alla capacità di attirare l’attenzione mediatica. In un’intervista al Daily Mail ha rilasciato parole “scandalose” per un uomo che ricopre la sua carica di vertice: “Se Nico vincesse il titolo, allora sarebbe una buona cosa per lui e per Mercedes, ma non sarebbe un bene per il nostro sport, perché non ci sarebbe niente da scrivere su di lui. Neanche in Germania sarebbe utile. C’è bisogno di qualcuno come Lewis. Anche Kimi Raikkonen fa un lavoro migliore di Nico”.

Lauda risponde a Ecclestone

La condizione di ozio economico, secondo Bernie Ecclestone, è il peggior male dei piloti di Formula 1: “I piloti di oggi guadagnano un sacco di soldi, è una bella cosa, ma non li tiene sulla punta dei piedi. Non vivono nella paura. Forse la struttura finanziaria dovrebbe essere cambiata. Si dovrebbe ricevere un assegno dopo la gara. Hanno una vita troppo semplice”. Nulla di personale contro Nico Rosberg, “è un pilota eccellente… quando si arriva alla fine del campionato  in testa alla classifica significa che ha fatto un buon lavoro in pista”.

Ma Lewis è un’ottima pubblicità per il Circus, soprattutto fuori dalle piste, grazie al suo carattere estroverso e bizzarro, alla capacità di conquistare i fan e le prime pagine dei giornali, “nulla di meglio per essere un promotore della Formula 1”. Ma Niki Lauda, presidente onorario della Mercedes AMG F1, non sembra aver accolto piacevolmente le dichiarazioni di Ecclestone: “In questa fase cruciale della Coppa del Mondo questa critica del potenziale campione del mondo Rosberg è inopportuna. Avrebbe dovuto tenersela per sè, o dirla al termine della stagione. Non adesso”.

L.C.