Vahana, il taxi aereo di Airbus

Vahana
Vahana (image by Twitter)

Quanti di noi hanno deciso di affidarsi ad un taxi per raggiungere la propria meta ma hanno dovuto fare i conti con il traffico che ha ritardato l’arrivo? La soluzione potrebbe arrivare grazie a Vahana, un taxi aereo che Airbus sta cercando di mettere sul mercato in futuro per evitare tutti i rallentamenti del viaggiare per via terra. La A3, un’azienda di Silicon Valley, consociata con Airbus, sta portando avanti il progetto, cercando di produrre il rivoluzionario velivolo che potrebbe cambiare l’ottica degli spostamenti.

La speranza della casa è quella di avere un prototipo pronto a sorvolare i cieli già alla fine del 2017, ma l’obiettivo per il commercio è spostato al 2020. A presentare l’idea è il CEO dell’azienda Lyasoff: “L’automazione completa ci permette anche di rendere il nostro aereo più piccolo e leggero possibile – riporta Autoblog.com – e ridurrà notevolmente i costi di produzione. Al di là di sviluppo del veicolo stesso, stiamo cercando di spostare principali categorie tecnologiche in avanti, favorire lo sviluppo del regime normativo per la certificazione e il funzionamento dei velivoli automatizzati, e di nutrire altrimenti un ecosistema che aiuterà ad abilitare le città verticali del futuro”.

Il taxi aereo Vahana avrà un solo posto a bordo disponibile e sarà equipaggiato di tutti i sistemi di sicurezza necessari come ad esempio la presenza di paracadute balistico che funziona anche a bassa quota. I problemi principali al momento sembrano essere rappresentati dagli impedimenti dal punto di vista normativo per il volo di mezzi a bassa quota, oltre ad un prezzo che appare difficilmente accessibile per la maggior parte delle persone. Probabile che all’inizio, nel caso di riuscita realizzazione, possa trattarsi di un mezzo di trasporto solo per i più facoltosi.