F1, Lewis Hamilton: “La battaglia con Rosberg continua”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Lewis Hamilton trionfa negli States, accorcia le distanze in classifica per lo sprint finale che porta al Mondiale di Formula 1, ma Nico Rosberg si piazza secondo, un podio che vale quanto una vittoria. Tre gare alla fine del campionato, 26 punti di distanza e tra una settimana si ritorna in pista sul circuito messicano di Hermanos Rodriguez.

Il campione in carica interrompe la scia positiva di Rosberg, ma vincere i tre GP restanti potrebbe non bastare per mettere le mani sul titolo iridato, se il compagno di squadra continuerà a piazzarsi secondo. L’unica cosa da fare è “dare il massimo ogni fine settimana, non mollare, continuare a fare la stessa cosa ogni fine settimana. Nico è fantastico, ma continuerà a stringere i denti”, ha detto Lewis Hamilton sul podio di Austin. “Non penso al titolo, mi concentro a fare il mio lavoro. Non posso controllare quello che succede dietro, non ha senso”.

Vittoria numero 50 per il pilota inglese della Mercedes, tutto ha funzionato al meglio nel week-end americano, con pole position e vittoria, ma la seconda piazza di Rosberg rende più amaro il successo, perchè vanifica la corsa verso il titolo. Ma Hamilton non è certo il tipo che si arrende e fra pochi giorni cercherà un’altra grande impresa in Messico, nella speranza che qualche avversario possa essergli di aiuto: “La battaglia continuerà, darò tutto fino alla fine”.

Dall’altra parte del box Nico Rosberg continua a godere del primato in classifica e, salvo errori o colpi di sfortuna, vede avvicinarsi il suo primo trionfo mondiale in Formula 1. Negli USA ha fatto tutto il possibile e il secondo gradino del podio vale oro per l’aritmetica dei punti. “C’è stata una lotta con Ricciardo ed è andata bene perché l’ho superato con un po’ di fortuna. Poi ho dato gas per raggiungere Lewis, ma mi mancava aderenza”, ha aggiunto il tedesco. “Mi piace lottare per il titolo, ma per me la cosa più importante è vincere”, ha concluso Rosberg. Adesso si vola in Messico per scrivere la terzultima pagina di questa incredibile storia.