Phillip Island, Cal Crutchlow: “Non vinco solo sul bagnato”

Valentino Rossi e Cal Crutchlow
Valentino Rossi e Cal Crutchlow (©Getty Images)

Cal Crutchlow apre al comando il venerdì di Phillip Island con il miglior crono nella prima sessione di prove libere, si dimostra un autentico “pilota della pioggia”, ma trionfa al termine di una gara asciutta, regalando il secondo successo stagionale al team satellite LCR Honda. Week-end e campionato da incorniciare per il britannico: “E’ un buon momento per la sua carriera”.

Con la vittoria in Australia Crutchlow balza a quota 141 punti in classifica, sorpassa Andrea Dovizioso e insidia il quinto posto di Dani Pedrosa a +14. Tre giorni indimenticabili, cominciati con la pioggia e conclusi con il sole, dimostrando di saper essere competitivo anche sull’asciutto: “Nei giorni precedenti la situazione era pericolosa a volte, perché era molto freddo, umido e ventoso. Ma sapevo che in gara potevo avere un buon ritmo… Devo ringraziare il team Honda, perché abbiamo un buon supporto, ringrazio anche il piccolo gruppo di persone che ha sempre creduto in me. Non vedo l’ora di andare Malesia”.

Il momento d’oro del pilota britannico

La caduta di Marc Marquez in curva 4 dopo dieci giri ha spalancato la corsa verso la vittoria del britannico, si è dovuto difendere dall’arrivo di Valentino Rossi dalla 15esima alla seconda piazza, ma quest’oggi non c’era avversario che potesse tenere il suo ritmo, forte anche di una gomma anteriore dura che si è dimostrata la scelta più giusta per la sua Honda. “Quando ho visto il segnale ‘+1,2 sec Vale’ ho pensato ‘mi sorpassa senza problemi!’. Dopo la proiezione il gap è cresciuto. Ma ho continuato a spingere perché volevo vincere. D’altra parte non volevo cadere giù. Se non si spinge abbastanza si vola giù con questo pneumatico anteriore duro. Devo dire che la Michelin ha fatto un buon lavoro”.

Cal Crutchlow è felice di aver bissato la vittoria in Repubblica Ceca e poter vivere uno dei momenti più felici della sua carriera. La vittoria a Phillip Island ha un valore molto particolare… “Ho scelto prima di questa stagione un paio di gare in cui volevo fare bene, salire sul podio a Brno e Silverstone, e ci sono riuscito. E qui ottenere una vittoria, ben fatto! E’ bello avere una vittoria sul bagnato e una sull’asciutto. In caso contrario, la gente avrebbe creduto che possa vincere solo sotto la pioggia”.