Marc Marquez crolla in Australia: “Mi serve da lezione”

La caduta di Marc Marquez a Phillip Island
La caduta di Marc Marquez a Phillip Island (©Getty Images)

Il campione del mondo Marc Márquez cade al tappeto a Phillip Island e serve la vittoria al collega Honda Cal Crutchlow. Il fenomeno di Cervera ha voluto rincorrere la vittoria ad ogni costo, ma stavolta lascia la gara a zero punti per la prima volta in questa stagione.

Alla vigilia della tappa australiana El Cabroncito aveva dichiarato di voler correre “come una volta”, rischiare il tutto per tutto, girare al limite, visto che il titolo iridato è ormai in bacheca. Sembrava il predestinato alla vittoria dopo la pole position e il miglior crono nel warm-up, ma una curva a destra gli ha giocato un tiro mancino, complice una pista complicata. Da buon campione si assume ogni responsabilità e si scusa con la sua squadra che anche in questo week-end ha svolto un lavoro magistrale.

“Quando si conquista il titolo si tenta di continuare come prima, ma si guida in modo diverso. Volevo fare una grande gara. Alla fine è stata solo colpa mia – ha dichiarato Marc Marquez -. Perché ho frenato troppo tardi. Ho sentito che ho superato il limite, volevo salvare la situazione, ma non sono riuscito a controllare la parte anteriore. Mi dispiace per il team e la Honda, hanno fatto un lavoro incredibile in questo fine settimana. Ma siamo tutti esseri umani e a volte facciamo degli errori “.

Cinque giorni di riposo e si torna di nuovo in pista, in Malesia, dove ci sarà modo di riscattarsi e chiudere questo campionato al meglio, magari regalandosi un’altra vittoria che possa onorare il suo quinto titolo in carriera conquistato a Motegi una settimana fa. Ma la caduta di oggi dovrà far riflettere il campione della Repsol Honda in vista del prossimo anno: “Cercheremo di cambiare la situazione nella prossima gara. Questa caduta è stata importante per 2017, perché ora so di dover conservare la mentalità  del 2016. Dobbiamo stare attenti – ha concluso -. Questo incidente è stata una lezione per me”.