MotoGP Australia, Ducati in apnea con le slick

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Nell’incertezza meteo di Phillip Island il Ducati team deve accontentarsi del non e decimo posto in griglia di partenza. Andrea Dovizioso e Hector Barbera sono riusciti a guadagnarsi l’accesso diretto nella Q2 del GP d’Australia, ma senza riuscire a trovare il giusto assetto per ambire alle posizioni di vertice.

La pioggia intermittente e le folate di vento gelido hanno reso ostica l’atmosfera australiana, anche nella giornata di sabato, ma i due alfieri della Rossa pur non brillando non hanno neppure sfigurato. Basterebbe guardare i risultati della Yamaha ufficiale per strappare sorrisi e buona speranza.

Nella terza sessione di prove libere Andrea Dovizioso ha chiuso in quinta posizione con il tempo di 1’34”721, mentre Hector Barbera, che per il secondo week-end consecutivo sostituisce Andrea Iannone, si è classificato al decimo posto in 1’35”300. Entrambi i piloti del Ducati Team si sono quindi garantiti l’accesso diretto alle Q2 del pomeriggio, dopo aver disputato una difficilissima quarta sessione di libere.

Dopo aver fatto segnare i loro migliori crono con gomme anteriori e posteriori intermedi, i due piloti Ducati si sono fermati ai box per montare una gomma posteriore slick, dal momento che la pista nel frattempo si era asciugata quasi completamente, ma non sono riusciti a sfruttare il poco tempo rimasto e la sessione si è quindi chiusa con Dovizioso nono (1’33”090) e Barbera decimo (1’33”914).

Le dichiarazioni di Dovizioso e Barbera

Il forlivese non è soddisfatto del suo piazzamento e lamenta troppi problemi con la slick, probabilmente causati dalle temperature troppo basse: “Peccato, perché oggi siamo sempre stati nei primi cinque e con la gomma intermedia nella prima uscita delle Q2 ero terzo. Abbiamo fatto il cambio gomme al momento giusto e sicuramente potevamo giocarci le prime due file, che era il nostro obiettivo – ha spiegato Dovizioso -. Domani partire in terza fila certamente non aiuta, però credo che abbiamo tutto il potenziale per poter fare comunque una bella gara”.

Barbera partirà dall’inizio della quarta fila e spera in una gara asciutta per domani: “Oggi è stata una giornata abbastanza positiva perché sono riuscito a girare più a lungo di ieri e sul bagnato mi sono trovato bene, anche se dobbiamo sistemare ancora qualcosa sulla moto nel caso che domani piova. Nelle qualifiche abbiamo poi girato sull’asfalto quasi completamente asciutto, raccogliendo molte informazioni, e il mio feeling è stato buono fino al momento in cui abbiamo montato lo pneumatico posteriore slick – ha dichiarato lo spagnolo -. Purtroppo, probabilmente a causa del freddo, la gomma non ha lavorato bene e quindi non ho potuto spingere come avrei voluto”.