GP Phillip Island, Lorenzo: “Sono uscito tardi dalla pit lane”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi hanno chiuso la prima giornata di prove libere del GP di Phillip Island rispettivamente al 19° e 20° posto, con la pioggia che ha reso impossibile svolgere il lavoro di preparazione in vista della gara domenicale, rendendo impossibile scendere in pista per le FP2.

Lorenzo ha utilizzato la prima sessione con cautela, per conoscere le gomme da bagnato e cercare di trovare un set-up valido in caso di pioggia, visto che il maltempo potrebbe persistere in tutto il week-end. L’equipaggio ha lavorato duramente per trovare una maggiore stabilità per la sua moto, ma l’acqua stagnante in diverse parti della pista ha reso difficile trovare un buon ritmo. Inoltre le temperature basse non hanno permesso ai pneumatici di entrare a regime, causando una mancanza di grip. Il day 1 del GP d’Australia si chiude con il 19° piazzamento, penultimo davanti al compagno di squadra Valentino Rossi.

Inutile prendere rischi quando il dado è ormai tratto… “Sono uscito dalla pit lane abbastanza tardi questa mattina e non ho fatto molti giri nella prima uscita – ha detto Jorge Lorenzo al termine della giornata di libere -. Stavo progredendo a poco a poco, ma ho smesso troppo presto e quando ho provato la seconda moto non c’era già più acqua sulla pista, così ho fatto solo un altro giro. E’ stato difficile trovare un buon riferimento per capire quale moto fosse migliore in queste condizioni”.

Situazione di stallo anche ai box, con Massimo Meregalli che si augura condizioni più favorevoli in vista delle qualifiche di domani: “Le condizioni in pista erano estreme oggi, il che rende molto difficile trovare un buon feeling per i piloti -. Questo è il peggior tipo di condizione per cercare di impostare una MotoGP. Tuttavia, siamo comunque riusciti a provare un paio di assetti nella sessione del mattino. Valentino è stato abbastanza soddisfatto del bilanciamento della sua moto. Jorge non ha voluto prendere rischi inutili e ha guidato solo un paio di giri per ottenere una prima sensazione”.