F1 Austin, Sebastian Vettel: “Ferrari non favorita, ma proveremo a vincere”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Alla vigilia delle prime prove libere Gran Premio degli Stati Uniti di F1 è andata in scena la consueta conferenza stampa. Anche Sebastian Vettel vi ha preso parte.

Nonostante il momento non particolarmente positivo a livello personale e di team, il tedesco ostenta sempre ottimismo. Anche in vista del weekend di Austin il quattro volte campione del mondo è fiducioso e auspica un grande risultato. Non sarà semplice, però lui e la squadra daranno il massimo per stupire.

Queste le sue parole in conferenza stampa: “In Giappone abbiamo compiuto progressi, abbiamo lottato e speriamo di riscattargli negli USA. Gli aggiornamenti sono stati apprezzati sia da me che da Raikkonen. Non partiamo come favoriti, ma vogliamo lottare per vincere e ci proveremo”. L’obiettivo è sempre quello di arrivare davanti a tutti, ma ci sarà da fare i conti con le fortissime Mercedes e con le competitive Red Bull.

La Ferrari nella classifica costruttori è terza e cercherà di recuperare punti sulla Red Bull. Sebastian Vettel nella graduatoria piloti si ritrova quinto assieme a Max Verstappen, davanti ha sia Daniel Ricciardo che Kimi Raikkonen. Deve provare a rimontare e chiudere più avanti possibile. Molto si è detto su di lui e la delusione di non riuscire a vincere sulla monoposto di Maranello. C’è chi azzarda un addio dopo la scadenza del contratto nel 2017. Il tedesco sul tema ha spiegato: “Bisogna concentrarsi sulle gare restanti e sul prossimo anno, non sul contratto”. Non intende affrontare l’argomento, dunque. Mentre sulla lotta per il titolo tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg afferma: “Lewis può prendere Nico, mancano quattro gran premi e ci sono tanti punti in palio”.

Sebastian Vettel ha certamente come obiettivo realistico per Austin quello di arrivare almeno sul podio. I primi due posti, salvo sorprese, dovrebbe contenderseli i piloti Mercedes. Però lui ha la voglia di riuscire a fare un’impresa. La Ferrari nelle ultime otto gare è arrivata tra le prime tre solamente una volta, a Monza, proprio con il tedesco. Un ruolino di marcia negativo per il team di Maranello, alla ricerca del riscatto ad Austin.