MotoGP, Paolo Beltramo: “Il secondo posto ‘attizza’ Valentino”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (© Getty Images)

Guai a chi, dopo l’esito del Gran Premio del Giappone a Motegi, dà Valentino Rossi ormai per spacciato. Secondo un giornalista attento e informato come Paolo Beltramo, infatti, il Dottore sta vivendo una “seconda giovinezza”, e ora “la lotta per il secondo posto lo ‘attizza’ molto”.

Beltramo è tornato a parlare dell’annata 2016 del Campione di Tavullia ai microfoni dei colleghi di Sky Sport. “Per Valentino Rossi è stata una seconda giovinezza – ha scandito il noto giornalista – , quest’anno è stato molto più veloce degli ultimi anni ma ha commesso tre errori, poi c’è stato il Mugello, con la rottura del motore: con quattro ‘0’ non c’è nulla da fare per l’iride”. Il sogno sfumato del decimo titolo iridato, però, non basta a frenare la voglia di correre – e vincere – del Pesarese. “Da tempo Vale sapeva che non avrebbe potuto vincere il Mondiale – sottolinea il commentatore – , ma la lotta per il secondo posto con Lorenzo lo ‘attizza’ molto perché i due non si amano”. Ragion per cui, avverte Beltramo, “le ultime tre gare saranno interessanti, da non perdere”. Insomma, nonostante il vincitore del titolo mondiale sia ormai stato decretato, nella persona di Marc Marquez, lo spettacolo è ancora lungi dalla conclusione.

A proposito del Fenomeno di Cervera, Betramo ha osservato che “non è il più straordinario in assoluto ma sicuramente uno tra i migliori”. E per convincersene basta guardare ai numeri: il catalano “ha ventitré anni e cinque Mondiali vinti, tre in MotoGp in cinque anni, è uno che va forte, si è meritato il titolo del 2016”, ricorda Beltramo, aggiungendo che “è maturato anche come persona” e ora “può giocarsela con Valentino, sui 9 campionati mondiali in carriera, mentre Angel Nieto e Giacomo Agostini credo siano irraggiungibili”. Infine un pensiero sul ducatista Andrea Dovizioso, che a suo dire “si meriterebbe di vincere almeno un Gran Premio”, dato che “è un bel pilota, è stato sfortunato a inizio stagione e ha fatto molto per lo sviluppo della Ducati”. Chissà che non succeda in uno dei prossimi week-end.