Valentino Rossi: “Impossibile battere Marquez, pensiamo al 2017”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo cadono entrambi a Motegi e servono su un piatto d’argento il titolo iridato a Marc Marquez. In sette anni insieme alla Yamaha non era mai successa una doppia caduta, un destino beffardo che ha chiuso il Mondiale con tre gare d’anticipo, mentre il Motomondiale si trasferisce in fretta e furia verso l’Australia.

Il pneumatico anteriore Michelin ha giocato un doppio brutto scherzo al team Movistar Yamaha e cancella ogni residua speranza di giocarsi il Mondiale. Valentino Rossi rimedia la terza caduta stagionale in un campionato che sembra anomalo per un campione nove volte campione del mondo. “Abbiamo sempre avuto delle difficoltà, ma a Motegi è stato peggio del solito. Sei sempre al limite… E se si commette un piccolo errore accade l’incidente. Allo stesso tempo, sappiamo che la Honda è stata notevolmente migliorata nella seconda metà della stagione. Se si è 52 punti dietro, se si deve recuperare il ritardo, diventa normale fare errori”.

Nessun avvertimento prima della caduta avvenuta al settimo giro del Gran Premio di Motegi: “E’ normale sentire qualcosa prima di andare a terra, invece niente. Ho fatto di tutto per catturare Marc – ha ammesso il pesarese -. Ero al limite, perché volevo evitare la sua fuga. Poi sono arrivato a questa curva, non ero troppo veloce, ero sulla linea… Ma mi sono ritrovato sull’asfalto… Questo incidente in Giappone è un peccato perché sarebbe davvero stato difficile sconfiggere Marquez. Purtroppo chiudiamo a mani vuote. Fortunatamente, abbiamo un’altra gara domenica prossima”.

Il team Yamaha ha le sue colpe da addebitarsi, non è migliorata nella seconda parte di campionato, gli aggiornamenti sono serviti a poco o nulla: “Negli ultimi due anni, abbiamo sempre avuto passi in avanti. Quest’anno c’è stata una battuta d’arresto perché non abbiamo portato avanti i nuovi componenti. Questo è il motivo per cui abbiamo avuto così tanti problemi nella seconda parte della stagione e non abbiamo ottenuto più vittorie. Abbiamo fatto una lunga riunione dopo la gara di oggi… Ora possiamo iniziare a pensare alla prossima stagione – ha concluso Valentino Rossi -. D’altra parte, abbiamo ancora tre gare da disputare”.