MotoGP, Iannone salta anche Phillip Island: ancora Barbera sulla sua Ducati

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Brutta notizia per Andrea Iannone, che sembrava poter tornare in pista per la prossima gara a Phillip Island. Tra una settimana, infatti, sarà ancora Hector Barbera a salire sulla sua Ducati.

Le condizioni fisiche dall’abruzzese sono migliorate, ma non abbastanza ancora. La frattura alla vertebra rimediata nelle prove libere di Misano continua a tormentarlo. Domani verranno fatti ulteriori controllo, tra cui una TAC, al fine di capire se almeno per Sepang il pilota tornerà in sella. Un momento davvero negativo per il futuro rider Suzuki, almeno sotto il profilo sportivo. Se nella vita privata le cose vanno a gonfie vele con Belen Rodriguez, sul piano lavorativo sta attraversando uno dei periodi peggiori.

 

Iannone freme per rientrare. Barbera cerca riscatto

Andrea Iannone è impaziente di tornare in pista e lo ha dichiarato recentemente. Non che la cosa stupisca, dato che ogni pilota appassionato del proprio mestiere non vorrebbe quasi mai scendere dalla propria moto. Ma la salute viene prima di tutto, lui lo deve comprendere e la Ducati cerca di tutelarlo. Si è trattato di un infortunio serio, in un punto delicato, e dunque non si scherza. Il centauro di Vasto deve stringere i denti e seguire le indicazioni dei dottori.

Meglio tornare in pista quando avrà pienamente recuperato, che rischiare inutilmente. Anche se per un motociclista non è mai facile accettare una situazione del genere. Inoltre Andrea Iannone ha ormai visto svanire la possibilità di arrivare quarto o quinto nel campionato MotoGP 2016. E’ scivolato indietro fino al nono posto e rischia di uscire dalla top 10 se non torna in pista almeno a Sepang. Per colui che ha ridato alla Ducati la prima vittoria dai tempi di Casey Stoner sarebbe una brutta beffa. Anche se ormai, per come si è messa, non fa più tanta differenza il piazzamento. Ma per questione di orgoglio, al rientro darà il 100% per ottenere il massimo possibile e chiudere positivamente l’avventura con Borgo Panigale. Poi testa alla nuova esperienza con la Suzuki.

In tutto questo c’è un Hector Barbera che a Phillip Island avrà un’altra chance per guidare la moto ufficiale. Oggi è caduto a Motegi e pertanto ha un po’ deluso. Ma in Australia potrà riscattarsi. Queste le sue parole al termine del Gran Premio del Giappone: “Per me è stata un’opportunità fantastica poter guidare la Desmosedici GP 2016 – riporta Ducati.it – e correre per una squadra ufficiale come il Ducati Team e quindi voglio ringraziare sia la Ducati che il team Avintia Racing. Per me era tutto nuovo: infatti non conoscevo nè la moto nè i ragazzi della squadra, ma sessione dopo sessione la situazione è decisamente migliorata. Mi dispiace molto essere caduto, perché credo che oggi sarei potuto arrivare in quinta o sesta posizione. Comunque è stata un’esperienza bellissima e sono molto contento che mi venga data un’altra possibilità la settimana prossima a Phillip Island.”