Assalto a un portavalori: bottino da 2 milioni

Polizia di Stato
(foto dal web)

Incredibile colpo sulla statale 46 di Milano, probabilmente a opera di professionisti che avevano preparato il tutto da tempo. I malviventi in pochi minuti hanno bloccato un portavalori e lo hanno svuotato, fuggendo con una refurtiva di 2 milioni di euro in gioielli (oro e gemme).

Secondo le prime indiscrezioni non ci sarebbero feriti: i ladri, infatti, avrebbero sparato solo un colpo in aria a scopo precauzionale. Sotto choc un paio di automobilisti che si erano fermati pensando a un incidente e, invece, si sono ritrovati una pistola puntata contro. Erano da poco passate le 8 di ieri mattina, la scorta seguiva il portavalori partito da Paderno Dugnano e diretto a Malpensa. In via La Cava, tuttavia, due auto hanno sbarrato la strada alla scorta, mentre una terza si occupava del camion contenente la refurtiva.

Le vetture erano due Lancia e una station wagon, da cui sono scesi quattro uomini, tutti con il volto coperto e armati di fucili. Uno di loro ha minacciato l’autista della scorta e gli ha intimato di mettere la macchina di traverso per bloccare il traffico. Gli altri, invece, si sono messi subito all’opera per svuotare le cassette di gioielli. I malviventi a quel punto per coprirsi la fuga hanno prima tentanto di dar fuoco a una delle loro vetture con della benzina (non riuscendoci), poi hanno cosparso la strada alle loro spalle di chiodi. Ora la Polizia indaga sull’accaduto: per il momento tutti i testimoni sembrano essere concordi che si trattasse di italiani. Intanto le due guardie giurate, un uomo di 35 anni e una donna di 39 sono stati accompagnati in ospedale a seguito del forte choc avuto.