Jorge Lorenzo punta il dito contro Michelin: “Gomme troppo dure”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (© Getty Images)

Come ampiamente prevedibile, Jorge Lorenzo ha stabilito il miglior tempo nella prima giornata di prove del Gran Premio del Giappone a Motegi. Il maiorchino della Yamaha l’ha ottenuto fermando il crono sull’1:45.151, andando così a precedere il “nostro” Andrea Dovizioso e il giovane talento della Suzuki Maverick Vinales, che dal prossimo anno lo rimpiazzerà nel team dei Tre Diapason.

Al termine delle prime due sessioni di test, però, Lorenzo punta il dito contro la Michelin, colpevole a suo avviso di aver portato in Giappone gomme troppo dure. Il crollo delle temperature a fine PL2 ha fatto andare molti piloti a terra tra cui il rider della Honda Dani Pedrosa, a cui vanno il campione del mondo in carica della MotoGP augura una pronta guarigione. Il pilota Yamaha è comunque soddisfatto del lavoro svolto in questo venerdì: “È stata una giornata abbastanza positiva, siamo riusciti a segnare un buon tempo con la gomma morbida alla fine e abbiamo migliorato anche la moto poco a poco in curva – ha detto ai colleghi di Speedweek – . Ci sono tutti gli ingredienti per portare a casa un ottimo weekend”.

Quanto alle cadute che hanno costellato i finale del turno pomeridiano, lo spagnolo le analizza in questi termini: “Le temperature si sono abbassate sensibilmente ed era molto difficile stare in sella, bisognava fare molta attenzione. La Michelin poi ha portato gomme secondo me un po’ troppo dure, ma è così per tutti e dobbiamo fare buon viso a cattivo gioco”. Infine, come anticipato, Lorenzo rivolge un pensiero al collega Pedrosa, che ha già lasciato il Giappone per volare in Spagna, dove verrà operato alla clavicola destra fratturata: “Mi sono fratturato diverse volte la clavicola e so che è un momento duro per lui, ma sono certo che tornerà in forma. Gli mando un grande abbraccio”, conclude.