MotoGP Motegi, Hector Barberà sostituisce Andrea Iannone

Hector Barberà
Hector Barberà (photo Facebook)

Hector Barberá salterà in sella alla Ducati Desmosedici ufficiale per fare coppia con Andrea Dovizioso in occasione del GP di Motegi. Il pilota spagnolo realizza un sogno che pensava fosse irrealizzabile, ma il forfait di Andrea Iannone ha spalancato la strada a questa grande opportunità.

Da sette anni gravita nell’orbita Ducati senza mai essere riuscito ad agguantare un podio, sebbene sia doveroso sottolineare che una Ducati satellite sul podio è un’eccezione più unica che rara. Ma sul giro secco il 30enne di Dos Aguas ha più volte mostrato di riuscire a tenere il passo dei big, soprattutto in questa stagione che si sta rivelando la migliore della sua carriera in MotoGP. In sella alla Ducati del team Avintia ci sarà Mike Jones, un australiano di 22 anni, campione nazionale di Superbike che debutterà in classe regina per la prima volta.

“Quando sono sceso dall’aereo Dall’Igna mi ha detto ‘Al 95% sarai sulla moto ufficiale’, stanotte non ho dormito e stamane ho avuto la conferma. E’ incredibile questa notizia. E’ un sogno che avevo da piccolo – ha ammesso Barberà -. Gigi mi ha detto che dobbiamo andare passo dopo passo. L’obiettivo non è di uscire domani e fare un giro veloce, ma migliorare progressivamente le sensazioni. Sono veloce. Se ho una buona sensazione sarò veloce e farò una buona gara. Si tratta di una nuova moto, ho bisogno di adattarmi… Ho sognato che a Motegi salivo sul podio e non pioveva. Quando ieri mi hanno avvisato, la prima cosa che mi sono ricordato era il mio sogno. E’ complicato, ma ho un sacco di fiducia in me”.

Il team di Borgo Panigale dopo il forfait di Andrea Iannone aveva pensato di schierarsi in pista solo con il Dovi, ma nelle ultime ore ha tirato fuori l’asso nella manica e nominato il rider del team Avintia Racing che salirà in groppa alla GP16, la moto che adotterà nella prossima stagione. Sicuramente sulla scelta di Hector Barberà ha influito il no secco di Casey Stoner che continua a respingere qualsiasi offerta di wild card, sebbene non siano escluse sorprese nella sua gara di cara a Phillip Island, qualora Iannone dovesse saltare anche la prossima gara. Inoltre non è stato possibile optare per Michele Pirro, impegnato in un test a Cheste che non gli avrebbe consentito di arrivare in tempo in terra nipponica. Il pilota pugliese lavorerà per tre giorni sulla futura Desmosedici GP17 che sarà adottata da Jorge Lorenzo nella stagione 2017.