MotoGP, Andrea Dovizioso: “Barberà diverso da Iannone”

Andrea Dovizioso Andrea Iannone
Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Dovizioso accoglie di buon grado la notizia della sostituzione del team mate Andrea Iannone con Hector Barbera a Motegi, confermando l’obiettivo di riscattare la difficile gara di Aragon in sella alla sua Ducati.

Inizialmente sembrava che il pilota forlivese dovesse essere l’unico pilota schierato dalla Casa di Borgo Panigale nella prima delle tre gare consecutive che il Motomondiale affronterà nei prossimi 15 giorni, invece in mattinata il team Ducati ha annunciato che al posto di Iannone ci sarà Hector Barbera. Va da sé che per Dovi il circuito di Motegi potrebbe rappresentare un’ottima occasione di riscatto dopo la delusione di Aragon, dove ha chiuso in 11° posizione a causa di notevoli problemi di gomme riscontrati nel corso della gara.

“In questa stagione ci sono stati alti e bassi per quanto mi riguarda, soprattutto in gara – ha dichiarato Dovizioso in conferenza stampa, come riporta Speedweek -. Ad esempio nell’ultima gara siamo arrivati 11°, davvero un risultato molto negativo considerando il buon passo che avevamo mostrato sabato”. Ora però il forlivese ha una ghiotta occasione di rivincita: “Motegi sulla carta sembra una pista molto buona per noi – spiega – perché siamo molto forti in accelerazione, dunque sono molto fiducioso da questo punto di vista. Come hanno detto gli altri piloti saranno comunque le gomme a fare la differenza, quindi vedremo domani come si comporteranno”.

La storia, d’altro, canto, sembra dare ragione alle sue aspettative. “In passato su questa pista abbiamo ottenuto risultati molto importanti con Loris Capirossi e Casey Stoner – ricorda Dovi – . Anche nelle ultime due stagioni siamo stati competitivi nel corso del fine settimana, quindi spero che potremo andare ancora un po’ meglio quest’anno”. Quanto al suo nuovo (anche se temporaneo) compagno di squadra, il ducatista ha speso qualche parola di apprezzamento, senza però risparmiare una critica velata al collega di Vasto, reo di non pensare abbastanza al team: “Sì, avrò Hector al mio fianco- ha detto – . Lotto da tanti anni con lui nel Motomondiale, lo conosco bene, abbiamo lottato spesso in passato ed è sicuramente un pilota molto veloce. E’ positivo per noi perché è un pilota totalmente diverso da Iannone e vedremo cosa sarà in grado di fare con la nostra moto”.