Valentino Rossi senza paura: “Sono pronto alle tre gare di fila”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Quattro podi nelle ultime quattro gare, Valentino Rossi approda a Motegi su una pista favorevole alle Yamaha, consapevole di poter ambire al gradino più alto del podio, ma nella speranza che il suo avversario Marc Marquez compia un passo falso.

Il trittico orientale del Motomondiale sta per prendere il via, sarà il mese più intenso di tutto il campionato, con tre gare consecutive tra Giappone, Australia e Malesia. Oltre a fare i conti con il set-up, con gli avversari, con il caldo, con i fusi orari, bisognerà attendere un quasi miracolo per rimettersi in corsa per il decimo titolo iridato. Fare previsioni ancor prima di scendere in pista è poco proficuo, Valentino Rossi arriva a Motegi per vincere, poi sarà quel che sarà e sarà la matematica a dare il responso finale, quasi certamente senza dover attendere l’ultima tappa di Valencia.

“Amo le tre gare oltreoceano, questi circuiti sono fantastici – ha dichiarato il campione di Tavullia -. Sulla carta siamo forti con la Yamaha, quindi spero di lottare per la vittoria. Sono particolarmente felice di andare in Giappone, perché è la casa di Yamaha e farò del mio meglio per fare un buon Gran Premio. La pista mi piace e anche l’atmosfera. Sono in buona forma e sono pronto per le tre gare di fila!”.

Sarà ancora una volta la lotta fra tre alfieri, con Jorge Lorenzo che non mollerà la presa fino all’ultimo, in gioco c’è un intrigante premio di consolazione che si chiama titolo di vicecampione del mondo. “Adesso prende il via la parte della stagione forse più emozionante, perché ci troviamo di fronte tre gare di fila, così fisicamente e mentalmente si chiede molto da te – ha detto il maiorchino della Yamaha -. Amo il Giappone e mi piace molto questo circuito, per la Yamaha e gli altri produttori giapponesi questo Gran Premio è molto importante. Questa è la vera gara di casa! La fine del campionato è ancora molto lontano quindi abbiamo bisogno di continuare a guidare nel miglior modo possibile, essere competitivi e cercare di vincere di nuovo”.