Jorge Lorenzo: “Sarebbe bello vincere in Ducati. Vinales simile a Rossi”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo sta per affrontare le ultime quattro gare in Yamaha. Poi, dopo nove anni sulla stessa moto, passerà in Ducati. Una grande sfida, affascinante e difficile. Ma uno con il suo talento può vincerla.

Lo spagnolo è ancora campione del mondo in carica, avendo vinto il titolo nel 2015, ma per quest’anno è quasi impossibile che si confermi. Sono ben 66 i punti che lo distanziano da Marc Marquez e ce sono solo 100 in palio. Se per Valentino Rossi, distante 52, è già una mission impossibile figuriamoci per il maiorchino. I pronostici sono tutti a favore del pilota Honda, difficile immaginare che possa perdere il Mondiale. Tra l’altro sta meritando di aggiudicarselo, visto che è stato costante e ha sbagliato poco. I rider Yamaha, invece, sono incappati in alcuni momenti negativi. E hanno pagato dazio.

Jorge Lorenzo su Ducati, Vinales e Rossi

A Tokio c’è stato un evento Yamaha a cui hanno partecipato Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Pol Espargaro e Bradley Smith. Il 29enne di Palma de Maiorca si è così espresso sul campionato in corso: “Il finale della stagione è ancora abbastanza lontano – riporta Marca -. Matematicamente non è impossibile essere campione, ma sarà molto difficile. E’ necessario guidare nella maniera migliore possibile, essere competitivi e tornare a vincere. Sarebbe fantastico vincere il gran premio di casa della Yamaha”.

Nel Gran Premio del Giappone a Motegi le case giapponesi ci tengono a trionfare e i piloti lo sanno. Lo spagnolo ha vinto tre volte in MotoGP su questo tracciato e ha conquistato anche altri altrettanti podi, l’ultimo l’anno scorso (3°). Successivamente Jorge Lorenzo ha parlato di sé stesso e del suo futuro: “Uno dei miei punti di forza è sempre stata la concentrazione e l’attenzione in ogni momento sulla moto, do sempre il massimo. Sono una persona molto fortunata perché ho sempre realizzato i miei sogni, più di quanto pensassi, e ho cinque campionati. Se riesco a vincere un altro campionato del mondo con la mia prossima squadra (Ducati, ndr), sarò molto felice, ma comunque sarà un successo nella mia carriera”.

Al suo posto in Yamaha arriverà Maverick Vinales, giovane talento che sta facendo bene in Suzuki e che affiancherà Valentino Rossi. Il maiorchino sul connazionale ha detto: “Ha un grande talento, ambizione e l’aggressività. Ha un livello simile a Rossi e con molti anni più giovane. Finora ha vinto solo una gara e deve ancora dimostrare molto in futuro”.