“Casey Stoner non vuole sostituire Iannone”: parola di manager Ducati

Casey Stoner
Casey Stoner (© Getty Images)

Come i lettori di Tuttomotoriweb già sanno, la Ducati si presenterà a Motegi con il solo Andrea Dovizioso, dal momento che Andrea Iannone ha dato forfait, rimandando il suo rientro in pista a Phillip Island, gara successiva a quella del Giappone. Nelle ultime ore, però, il cerchio si sarebbe allargato…

A svelare un nuovo e piccantissimo retroscena è stato il direttore sportivo della Ducati, Paolo Ciabatti, a colloquio con i colleghi della Gazzetta dello Sport, da cui emerge che il team di Borgo Panigale aveva chiesto al suo collaudatore (ma l’appellativo è certamente riduttivo) Casey Stoner di sostituire il ducatista di Vasto – e che il fuoriclasse australiano ha detto di no. “Abbiamo chiesto a Stoner di prendere il posto di Andrea, ma non ha voluto – ha detto testualmente Paolo Ciabatti – .  E non ci sarà neppure in Australia, nel caso in cui Iannone non dovesse farcela”. Di conseguenza, ha spigato il manager della Rossa, “A Motegi ci concentreremo solo su Dovizioso: quella p una pista dove storicamente siamo sempre andati forti, vogliamo fare un bel risultato”. Il Direttore sportivo della Ducati comunque non ha dubbi sulla data del rientro di Iannone: “Andrea ci sarà sicuramente in Australia”.

La decisione di Stoner segue il niet che l’australiano aveva già espresso per il Gran Premio d’Austria, ma cozza in qualche modo con la volontà dello stesso pilota di correre quando rappresentava la Honda nel 2015. Molti di voi ricorderanno la polemica di Austin, quando dopo il “no” della casa giapponese, Stoner pubblicò un tweet con la sua immagine in sella a una Honda stradale (custom) scrivendo “Thanks Team Moto Nerang for giving me a Honda to ride for this weekend!:)” che in italiano suona esattamente così: “Grazie al Team Moto Nerang per avermi dato una Honda con cui correre questo weekend”. Altri tempi.