MotoGP Motegi, Valentino Rossi: “Speriamo ci siano delle sorprese”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (© Getty Images)

All’inizio di una settimana che per gli addetti ai lavori e gli appassionati della MotoGP sarà tutta all’insegna del Giappone, Valentino Rossi invita tutti a svegliarsi.

Oggi pomeriggio il Campione di Tavullia ha fatto il punto della situazione ai microfoni di Radio Deejay. “Sono nato nel 1990”, ha esordito Valentino, per poi subito correggersi: “Scherzo, avevo undici anni, correvo con il go-kart e le minimoto e non sapevo se scegliere le macchine o la moto. Per fortuna ho fatto la scelta giusta”.

Come si sente il Pesarese a ormai poche gare dalla fine del Motomondiale 2016? “Sto bene – assicura Rossi – , domani partiamo per la ‘tripla’, è il momento più impegnativo del campionato. Campionato particolare, le gomme han fatto la differenza, speriamo che ci siano delle sorprese”. Il Nostro mastica un po’ amaro  perché il sogno del decimo titolo iridato anche per quest’anno pare irrimediabilmente sfumato, ma non è certo il tipo da buttarsi giù così facilmente. “Nella prima parte della stagione ho buttato via un sacco di punti – ha ricordato Rossi – , per la vittoria finale sarà difficile ma sarà importante fare delle belle gare, anche perché c’è da lottare per il secondo posto con Jorge Lorenzo”. “In Italia sarà mattina presto…”, ha poi ricordato alludendo agli orari di Prove Libere, Qualifiche e gara in programma nel week-end.

Valentino ha chiuso il suo intervento con qualche curiosità: “Cosa indosso sotto alla tuta? Calzoncini tipo da ciclista, con la spugna sul sedere, sennò mi vengono le chiappe rosse. Poi una tutina tipo Diabolik”. E a proposito di riti scaramantici: “Un’ora e mezza prima, anche due, di salire in moto mangio la pasta con il sugo: abbiamo una alimentazione da seguire prima delle gare. E quando si guida si stringono i denti, quindi utilizzo un bite”. Ancora qualche giorno e la magia si ripeterà.