F1, Nico Rosberg: “Nessuna autodistruzione di Hamilton”

Nico Rosberg Lewis Hamilton
Nico Rosberg e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Nico Rosberg in fuga mondiale dopo la vittoria a Suzuka e il contemporaneo terzo posto di Lewis Hamilton. Adesso sono 33 i punti di vantaggio sul compagno-rivale a quattro gare dalla fine del campionato F1 2016.

Un bel bottino che lo avvicina sempre di più al suo primo titolo. Un Mondiale che meriterebbe di vincere per lo straordinario rendimento avuto. Ed è sempre bello veder trionfare volti nuovi, anche se il figlio d’arte è comunque al terzo in cui lotta per il titolo. Avere nel box un team-mate come Lewis Hamilton gli ha impedito in precedenza di realizzare il sogno di ogni driver che corre in F1. Però questa volta ci sono tutti i presupposti per raggiungere l’obiettivo.

A Nico Rosberg è stato chiesto dell’atteggiamento di Lewis Hamilton in Giappone. L’inglese è restato quasi-fermo in partenza, ha perso posizioni e compromesso le chance di vittoria. Ma secondo il compagno-rivale la condotta del campione in carica nel weekend è stata ottima: “Da tempo non lo vedevo così concentrato e motivato. Dopo quello che è successo in Malesia ha lavorato più ore di quanto fatto mai in questo Mondiale. L’ho visto molto motivato e concentrato con i suoi ingegneri”.

Dunque Lewis Hamilton non ha affatto sbagliato nell’approccio alla gara, pur mancando però lo start perfetto. Qualcuno ha parlato di auto-distruzione da parte del britannico, ma il leader del campionato F1 2016 nega: “Non ho visto alcuna autodistruzione”. E su quanto avvenuto tra l’ex pilota McLaren i giornalisti in conferenza stampa, Nico Rosberg ha commentato: “Non so niente di nessuna di queste cose. Non vedo Lewis per tutto il weekend – riporta Marca -, quindi non posso sapere cosa sta succedendo”. Difficile non sia informato, ma giustamente preferisce evitare di parlare di un tema extra-pista. Il figlio d’arte non vuole sprecare parole in vicende secondarie.