F1 Suzuka, Vettel: “Gomme soft? Sembrava la scelta giusta”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Ferrari lascia Suzuka senza poter mettere i piedi sul podio, con una strategia gomme probabilmente errata e anomala rispetto alle scelte delle altre scuderie. Sebastian Vettel ha terminato la gara con le Soft mentre i suoi diretti avversari avevano mescole dure, ma il quarto posto premia la costanza del pilota tedesco.

Ancora una volta è stato un GP condizionato sin dalla partenza, con Vettel costretto a retrocedere di tre posizioni in griglia per la partenza azzardata in Malesia, Raikkone retrocesso di cinque posti per la sostituzione del cambio. Ma a far discutere è la scelta di prolungare lo stint con gomme morbide del pilota tedesco per poi montare ancora gomme Soft nuove, con gli altri che hanno preferito optare per le Hard seppur usate. Grazie a una buona partenza Sebastian era terzo alle spalle di Hamilton e Verstappen, ma la strategia pneumatici sembra averlo penalizzato ulteriormente, costringendolo a cedere la posizione al campione in carica.

Sulla pagina ufficiale Ferrari Vettel difende la scelta del team: “Di sicuro alla fine è sempre facile criticare, e sono sicuro che ci sono molti esperti che conoscevano meglio la realtà, ma al muretto nonché in macchina sono stato entusiasta di adottare questa strategia e quindi di estendere il secondo stint”. Ma il ferrarista cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno: “Credo ci siano molti aspetti positivi – ha detto a Sky Sport – molti hanno parlato male di noi prima di questa gara, ma abbiamo mostrato una buona prestazione, le penalità ci hanno tolto la seconda fila altrimenti il podio era possibile, velocità e prestazione non sono mancate. Idealmente saremmo potuti salire con entrambe le macchine sul podio, quindi possiamo portarci a casa molte cose da questa gara”.