F1 Suzuka, Lewis Hamilton: “Ho sbagliato, ora Rosberg ha margine”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Si fa dura per Lewis Hamilton la lotta per il titolo del mondo di F1. Nel Gran Premio del Giappone a Suzuka è arrivato terzo e ha perso ulteriore terreno su Nico Rosberg, vincitore. Adesso sono 33 i punti di distanza tra i due.

Ci si aspettava che il campione del mondo in carica battagliasse per vincere, ma un’infelice partenza ha compromesso le sue chance. Perse tante posizioni al via, l’inglese ha dovuto rimontare e il compagno-rivale ne ha approfittato per andare in fuga. A quattro gran premi dalla fine il favorito per la vittoria del Mondiale è senza dubbio il figlio d’arte, però l’ex pilota McLaren cercherà di dare il massimo per tenere aperti i giochi. Tra due settimane si corre negli Stati Uniti e ci sarà un’occasione per cominciare una complicata rimonta. Se dovesse riuscire nell’impresa, sarebbe qualcosa di quasi incredibile.

 

F1 Suzuka: Lewis Hamilton commenta la gara

Al termine della gara Lewis Hamilton è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare quanto successo: “In partenza ho sbagliato e ho avuto tanto pattinamento. Avevo buon passo e nella seconda parte della gara ero a mio agio sulla monoposto, ho effettuato diversi sorpassi ed è stato bello. Sono riuscito a raggiungere Verstappen, ma non a superarlo. Ci ho provato”.

E  a proposito del mancato sorpasso su Max Verstappen è nato un caso. La Mercedes ha fatto ricorso e il pilota inglese non ne era a conoscenza inizialmente. Infatti ha scritto un primo tweet polemico (“Non c’è alcun reclamo né da parte mia né da parte del team. Un idiota ha detto che c’è stato un reclamo, ma non è vero. Max ha guidato bene, fine. Adesso voltiamo pagina”) e un altro successivo in cui ha spiegato il suo punto di vista ulteriormente (“Non c’è stato nessun reclamo da parte mia, ma ho appena saputo che il team ne ha presentato uno. Ho spiegato loro che non è questo quello che vogliamo. Siamo campioni, andiamo avanti”).

Lewis Hamilton, dunque, non spende alcuna critica verso il rivale della Red Bull. Qualcuno si aspettava qualche parolina verso il giovane olandese per la sua manovra, ma non è arrivata. E in ottica titolo ha avuto modo di commentare la situazione, ammettendo di non essere il favorito ormai: “Rosberg ha un margine comodo. Non ha avuto problemi, complimenti a lui e al team per il titolo costruttori. Io comunque continuerò a spingere nelle ultime quattro gare”.