Jorge Lorenzo: “Dall’Igna è l’unico a poter battere Honda e Yamaha”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Ancora quattro gare in sella alla Yamaha M1 prima che Jorge Lorenzo passi alla Ducati, con cui affronterà il Motomondiale 2017 al fianco di Andrea Dovizioso. La Desmosedici sembra fare grandi passi avanti nello sviluppo, ma basterà per consentire allo spagnolo di vincere il titolo iridato?

Una domanda cui solo il tempo potrà dare risposta, ma per il momento il maiorchino non può ritenersi particolarmente soddisfatto delle proprie prestazioni di questa stagione che si avvia alla conclusione, con troppi problemi di feeling con le gomme Michelin e sul bagnato. Terzo in classifica a 14 punti da Valentino Rossi, c’è ancora il tempo per aggiudicarsi il titolo di vice campione del mondo dopo il trionfo dell’anno scorso, seppur avvenuto tra mille polemiche.

“L’anno scorso è stato possibile quest’anno è ancora possibile ma molto complicato, quasi impossibile”, ammette Lorenzo a motogp.com. “Abbiamo ora bisogno di un sacco di fortuna e Márquez dovrebbe essere molto sfortunato. Se guardiamo i punti, abbiamo una migliore possibilità per il secondo posto”, ma dovrà vedersela con Valentino Rossi, l’unico a poter tentare l’utopica impresa di dare l’assalto alla leadership. Ancora quattro gare e Jorge dirà addio al suo team con cui è cresciuto e ha vinto tre titoli nella classe regina.

Jorge cerca l’impresa storica

Dal 2017 sarà un pilota Ducati e cercherà di entrare nella storia della MotoGP, tentando un’impresa che è riuscita solo a Casey Stoner un decennio fa. “La sfida è grande. Molte persone si aspettano da me che io diventi campione con questa moto. Penso che mi muovo al momento giusto, perché Dall’Igna è qui ed è l’unico che può combattere contro i giapponesi, è lui”. Del resto Lorenzo e Dall’Igna hanno già lavorato insieme nel 2006 e 2007 ai tempi dell’Aprilia, quando vinsero due titoli consecutivi nella classe 250.

Lo stratega e l’alfiere vogliono riprovarci nella massima serie e non sembra esservi via di mezzo fra la leggenda e il flop, perchè nessuno potrà trovare degli alibi… “Credo veramente che uno dei miei maggiori punti di forza sia l’adattamento alla moto. Ecco perché dobbiamo vedere cosa succede e se posso essere subito competitivo con la Ducati – ha concluso Jorge Lorenzo -. Naturalmente, la sfida di vincere con una moto, con cui solo Casey Stoner ha vinto il titolo… Credo che io possa fare la storia, se ci riuscirò”.

L.C.