Nuova Aprilia RSV4: la regina delle Superbike

La nuova RSV4 (foto Aprilia)
La nuova RSV4 (foto Aprilia)

La migliore Superbike di tutti i tempi: da questo ideale – a dir poco ambizioso – è nata la nuova Aprilia RSV4, naturale evoluzione di un progetto super innovativo, in due versioni disponibili, RSV4 RR e RSV4 RF.

Il fulcro di questa due ruote è ovviamente il motore, un 4 cilindri V di 65° al suo debutto assoluto su una sportiva di serie, che abbinato a un telaio pluripremiato nella 250 GP e ai più moderni sistemi elettronici promette di avvicinare la “macchina” alle prestazioni delle attuali moto Aprilia dedicate alle corse (potenza e coppia massima rimangono attestati rispettivamente su valori pari a 201 CV a 13.000 giri/min e 115 Nm a 10.500 giri/min).

E’ proprio dalle esperienze acquisite nei campionati WSBK e MotoGP infatti che Aprilia ha attinto per introdurre sulla RSV4 tecnologie come il nuovo comando del gas full Ride-by-wire, un’ulteriore evoluzione del pacchetto di controlli dinamici APRC (Aprilia Performance Ride Control) e l’Aprilia Pit Limiter, il sistema che permette di selezionare e limitare la velocità massima consentita per procedere lungo le pit lane dei circuiti, o semplicemente rispettare con facilità i limiti di velocità consentiti su strada aperta al traffico, e l’Aprilia Cruise Control, pensato per i trasferimenti più lunghi, che consente di mantenere la velocità impostata senza agire sul comando del gas.

Il propulsore della nuova Aprilia RSV4, conforme alla normativa Euro 4, si avvale anche di un nuovo impianto di scarico con silenziatore dotato di doppia sonda Lambda e valvola integrata, e l’inedita centralina di controllo motore, dalle superiori capacità di calcolo, è in grado di gestire l’innalzamento del regime massimo di rotazione, ora di 300 giri/min, mentre l’eliminazione dei cornetti di aspirazione ad assetto variabile, ritenuti non più necessari, ha contribuito a ridurre il peso degli organi di alimentazione di 500 grammi. Il cambio, inoltre, è ora provvisto di un sensore lineare che garantisce un perfetto funzionamento del gearshift.

Nuove e più sofisticate anche le sospensioni, regolabili sia nell’idraulica che nel precarico della molla, più performanti e leggere di oltre 800 grammi rispetto alle precedenti. La forcella è un’unità Öhlins NIX di ultima generazione, così come l’ammortizzatore TTX (presente anche l’ammortizzatore di sterzo regolabile sempre by Öhlins). Aprilia introduce infine sulle nuove RSV4 importanti novità nell’impianto frenante Brembo: l’anteriore beneficia di una coppia di nuovi dischi in acciaio dal diametro aumentato a 330 mm e spessore di 5 mm, su cui agiscono le pinze M50 monoblocco dotate di nuove pastiglie freno con coefficiente di attrito superiore.