Marc Marquez, tabù Motegi da sfatare: mai vittorioso in MotoGP

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez nel prossimo week-end cercherà di vincere il Gran Premio del Giappone, cosa mai riuscitagli prima. Almeno in MotoGP, perché nelle categorie 125 e Moto2 ce la fece nel 2010 e nel 2012.

Invece nella classe regina del Motomondiale non ce l’ha mai fatta. Però adesso è difficile capire con che atteggiamento correrà lo spagnolo. Forte dei 52 punti di vantaggio su Valentino Rossi e dei 66 su Jorge Lorenzo non ha motivi per rischiare. Però se si verificasse una situazione di vantaggio tecnico come ad Aragon, è lecito aspettarsi una sua gara d’attacco. Comprenderemo meglio dalle prove libere e dalle Qualifiche quali saranno i valori in pista. Ma sicuramente il pilota Honda nella corsa di casa per il suo team cercherà di agguantare almeno il podio.

 

Marc Marquez: i precedenti a Motegi in MotoGP

Dando uno sguardo ai precedenti di Marc Marquez sul tracciato di Motegi in MotoGP, possiamo comunque dire che i suoi risultati non sono stati affatto negativi. Nel 2013, anno del suo debutto nella categoria, arrivò all’appuntamento giapponese con 6 vittorie e 8 podi alle spalle. E anche allora era leader del Mondiale, con 18 punti di vantaggio sul campione in carica Jorge Lorenzo. In gara fu proprio il rider Yamaha a vincere, ma il fenomeno di Cervera si classificò secondo a poco più di 3″ di distacco. Un week-end caratterizzato dalla pioggia e da una caduta nel warm-up dell’esordiente.

Nel 2014 Marc Marquez stava dominando il campionato MotoGP con 11 vittorie consecutive, 11 complessive. Il titolo era ormai suo. Nelle Qualifiche non riuscì ad andare oltre alla seconda fila, la pole position fu di Andrea Dovizioso su Ducati. La gara fu nuovamente vinta da Jorge Lorenzo, ma al pilota Honda bastò il secondo posto (a +1″638) per vincere il suo secondo Mondiale consecutivo nella classe regina del Motomondiale.

Invece nel 2015 lo spagnolo è rimasto giù dal podio. Partito dalla prima fila viene battuto da Daniel Pedrosa, vincitore della corsa, oltre che da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Si deve accontentare del quarto posto al traguardo. Ormai era fuori dai giochi iridati, a causa delle troppe cadute, e pertanto il risultato è stato indolore. Quest’anno, però, cercherà di arrivare almeno a podio se non potrà vincere. Marc Marquez non prenderà rischi e spingerà al massimo solo se ci saranno le condizioni adatte. Il titolo, salvo catastrofi incredibili, è già nelle sue mani e non ha motivo di osare. Però sicuramente gli fa gola la possibilità di vincere in una pista dove non ha mai vinto in MotoGP. Un regalo a sé stesso e alla Honda, che ne è proprietaria.