BMW X2 Concept, l’anello di congiunzione della generazione X

BMW X2 Concept Salone Parigi 2016
BMW X2 Concept (©Getty Images)

Al Salone di Parigi BMW onora i 100 anni di vita con la X2 Concept che sembra predestinata a divenire realtà entro il 2018. La nuova SUV compatta dovrebbe essere l’anello di congiunzione della “specie X”, ma per il momento la Casa bavarese non ha rilasciato promesse ufficiali e considera questo prototipo come puro esercizio stilistico.

La BMW X2 è un’evoluzione sportiva della X1, dedicata agli automobilisti che amano fondere divertimento e praticità all’insegna di un design aggressivo e ammaliante, grazie al dinamico frontale sagomato, la classica griglia a doppio rene con dettagli in alluminio e i gruppi ottici Led di taglio esagonale, ai grandi passaruota che fanno da cornice ai cerchi 21″ e agli pneumatici off-road, e un parabrezza superinclinato che sembra conferirle una parvenza da squalo.

Al Salone di Parigini si presenta di colore rosso fiammante, con il grigio a contrasto applicato sapientemente lungo i passaruota, sugli specchietti laterali e attorno ai finestrini. Completa la scenografia un tetto panoramico oscurato, capace di illuminare un’abitacolo molto spazioso grazie al passo lungo e che di certo nasconderà molte sorprese tecnologiche e qualitative.

Molto caratteristico anche il posteriore che si snoda orizzontalmente e in maniera muscolosa, con gruppi ottici ben ritagliati, lunotto incastonato sotto lo spoiler e i due scarichi tondi che s’intromettono nella protezione sottoscocca in colore contrastante. Un design tutto nuovo che già sta conquistando i gusti degli automobilisti e farà parlare di sè fino all’arrivo nelle concessionarie.

In merito alla gamma motori troviamo un listino speculare a quello del Bmw X1, quindi motori quattro cilindri sia benzina che diesel e tutti turbo: il benzina 1.5 litri da 136 CV, mentre i diesel si articolano con motori 2 litri proposti negli step da 150, 190 e 231 CV. La meccanica della BMW X2 dovrebbe affidarsi ad un cambio automatico automatico sequenziale sia a sei che ad otto marce, oltre al manuale a sei rapporti. Ma da qui al 2018 ne passerà di acqua sotto i ponti. (L.C.)

View post on imgur.com