Rosberg-Hamilton: una lotta sul filo del rasoio

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©Getty Images)

Tre vittorie nelle ultime tre gare, la consapevolezze di avere una delle due monoposto più veloci della Formula 1, ma l’altra vettura è nelle mani del suo diretto inseguitore e compagno di squadra. Nico Rosberg a Sepang non può commettere errori per interrompere la scia iridata di Lewis Hamilton: 273 il tedesco, 265 l’inglese, 8 punti che possono essere un abisso o un soffio, quando si corre sul filo del rasoio.

Ogni minimo dettaglio può fare la differenza, un errore può costare molto caro, del resto Nico e Lewis non si sono mai risparmiati scintille in pista, anche a costo di prendersi grossi rischi. Questo è l’elemento maggiormente scenografico di questo Mondiale di Formula 1, perchè da tre anni a questa parte Mercedes è sinonimo di Circus e lo show è nelle loro mani. Saranno sei gare di battaglie testa a testa, a cominciare dal Gran Premio della Malesia. “E’ una grande battaglia con Lewis e ogni dettaglio può fare la differenza da qui alla fine”, ha ricordato Rosberg.

Meglio concentrarsi gara per gara, non fare troppi calcoli, vincere il prossimo appuntamento senza fare calcoli su quello successivo. Solo così si può costruire un titolo mondiale quando alle calcagna hai la tua “anima gemella” al volante della tua stessa monoposto. Un duello tet-a-tet che va avanti da tre anni e che finora ha sempre visto Hamilton uscirne vincitore. Ma se accadesse anche quest’anno sarebbe una bella beffa, un boccone duro da digerire. “Non è che non penso a vincere il campionato, è normale che quando sei in testa a non molte gare dalla fine si pensi al titolo – ha aggiunto il tedesco durante la conferenza stampa del giovedì malesiano -. Ma cerco di concentrarmi solo sulla gare e finora è andata bene così, per questo la mia testa è solo sul Gp di Sepang”.

Domenica la Mercedes potrebbe festeggiare con cinque gare d’anticipo il terzo titolo mondiale costruttori consecutivo: “E’ stata un’altra stagione incredibile – ha sottolineato Nico Rosberg -. Ad inizio anni ogni volta che ci dicono che non potremo ripeterci come in passato ma noi invece ci riusciamo. Poter vincere ancora il mondiale costruttori così presto sarebbe eccezionale e coronerebbe un lavoro meraviglioso di tutti”. Nel week-end di Sepang i piloti troveranno l’asfalto del circuito ancora “fresco”, nuovo di zecca, che rappresenta un po’ l’incognita di quest’anno. Per il resto ci penseranno le temperature a rendere la battaglia ancora più incerta. Lo spettacolo può avere inizio.

 

Luigi Ciamburro