MotoGP, Marc Marquez: “Ad Aragon weekend perfetto”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez vincendo ad Aragon ha dato una mazzata definitiva ai rivali per il titolo. Se già prima l’impresa era semi-impossibile, adesso è proprio disperata.

Il pilota Honda ha 52 punti di vantaggio su Valentino Rossi e 66 su Jorge Lorenzo. Mancano solo quattro gare al termine del campionato MotoGP 2016 e praticamente nessuno pensa che il Mondiale possa sfuggirgli. Prima di pensare al Gran Premio del Giappone a Motegi, oggi il team di Tokio ha fatto un test ad Aragon. Si è lavorato soprattutto in ottica 2017, in particolare sul motore. Ma anche sulla configurazione in vista della prossima gara. La squadra è rimasta soddisfatta e guarda con fiducia al futuro.

 

Marc Marquez carico in vista di Motegi

Marc Marquez nel blog ufficiale Repsol ha espresso la propria soddisfazione per la vittoria di Aragon. Queste le sue parole: “Dopo due anni, abbiamo finalmente ottenuto la vittoria ad Aragon. E’ stato un weekend perfetto, con pole e la vittoria, e in particolare è stata molto importante per stare davanti miei diretti rivali per il campionato e per concentrarsi sulle prossime gare con più ottimismo”.

Il fenomeno di Cervera si era fatto rosicchiare un po’ di punti nelle gare precedenti e ad Aragon è tornato ad allungare. Lo spagnolo ha così proseguito la sua analisi: “Aragón come sempre è stato speciale, essendo un circuito vicino a Cervera e dove posso sentire di più il supporto del fan club. Voglio ringraziare tutti coloro che sono venuti a sostenerci, sono molto orgoglioso di dedicargli questa vittoria”.

Non manca da parte di Marc Marquez un ringraziamento ai suoi tifosi. In Spagna, ovviamente, sono tanti i suoi sostenitori. Non ci sono stati per lui i fischi sentiti, per esempio, al Mugello. Vincere di fronte al proprio pubblico è sempre un’emozione particolare. E il pilota Honda ha pure espresso un pensiero sul test e sui prossimi gran premi: “E’ molto importante per preparare le tre gare nel sud-est asiatico e in Oceania che arriveranno tra due settimane e sono uno dei punti più esigenti della stagione”.