F1 Sepang, Hamilton: “Voglio essere 1°” Rosberg: “Mi godo il momento”

photo Twitter
photo Twitter
273 punti Nico Rosberg, 265 Lewis Hamilton, sei Gran Premi ancora da disputare e una sfida mondiale che si preannuncia senza esclusione di colpi. Nel week-end la Formula 1 torna in pista in Malesia per il 16° appuntamento stagionale.

La corsa al titolo è affare Mercedes, gli altri team non possono che restare a guardare ancora una volta, lavorando a testa bassa per porre le fondamenta in vista del 2017. Rosberg e Hamilton hanno monopolizzato il campionato per il terzo anno consecutivo, ma di certo sarà una spettacolare battaglia per gli amanti veri del Circus, tra due piloti che non si sono mai risparmiati pur rientrando quasi sempre nei limiti del “politically correct”. I piloti sono approdati a Sepang in un clima caldo-umido che renderà ancora più bollente la sfida per l’iridato.

Negli ultimi mesi Hamilton sembrava voler prendere il largo sul compagno di squadra, ma Rosberg ha siglato tre vittorie nelle ultime tre gare che gli consentono di guardare dall’alto l’inseguitore. Ma sei gare sono ancora troppe per fare calcoli, soprattutto quando il gap in classifica è di soli 8 punti. Mente e cuore rivolti solo al prossimo week-end con l’obiettivo di avere la meglio in un faccia a faccia che resterà negli annali di F1.

“Singapore è stato un week-end difficile per me, ma il podio ha limitato i danni – ha dichiarato Lewis Hamilton -. Nico ha fatto un lavoro eccezionale e per me non è stata la miglior gara. Siamo entrambi molto competitivi, alcuni fine settimana vince lui, altri vinco io. Abbiamo ancora sei gare, devo continuare a dare tutto me stesso e sperare il meglio. Voglio prendere dei buoni risultati e stare davanti in classifica per restarci. Sepang è una pista dove di solito vado bene, ci saranno tanti tifosi a sostenermi e dovrebbe essere un grande week-end”.

“Singapore è stata una gara perfetta – ha detto Nico Rosberg – mi sono sentito bene in macchina, la qualifica è stata ottima, e così la partenza e il resto della gara, con quel finale contro Ricciardo che ha reso la vittoria ancora più affascinante. Sono orgoglioso della squadra, sapere di poter lottare per la vittoria in ogni gara è un privilegio, ma non darò niente di scontato. Ho avuto delle buone prestazioni e mi sto godendo il momento. Red Bull e Ferrari sono pronte ad attaccarci e quindi ogni weekend sarà difficile. La Malesia lo scorso anno non fu felice per noi – ha concluso il tedesco -, rifarci quest’anno contro grandi avversari sarebbe davvero impressionante”.

L.C.